IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppa Liguria, al Ferrando una serata pirotecnica: Baia Alassio batte Borghetto 4 a 3

A metà parità 2 a 2, alla fine la spuntano i padroni di casa in una partita dalle continue emozioni

Alassio. Allo stadio Ferrando si affrontano Baia Alassio e Borghetto, in una partita valevole per la terza giornata del girone A della Coppa Liguria di Prima Categoria. Nei primi due turni i gialloneri hanno raccolto 4 punti, i granata 1. Nella competizione andrà avanti solamente la prima classificata; al momento la posizione di vertice è occupata dal Pontelungo.

La cronaca. Pietro Iurilli manda in campo Toja Rodriguez, Avignone, P. Scarone, Odasso, G. Scarone, Garibizzo, Delfino, Cavassa (cap.), Colli, Gorlero, Di Mari.

Riserve Canobbio, Castellari, Li Causi, Putrino, Numeroso, Cornelli, Gagliolo, Naso, Olivieri.

Guido Fruzzetti schiera M. Sabia (cap.), S. Sabia, Calabretti, Testa, Littarelli, Desiato, Cabiati, Gervasoni, Bova, Gi. Fruzzetti, Santelia.

A disposizione Gallo, Dileo, Manelli, Pianese, De Luca, Simonassi, Perrone, Samouk, Sarà.

Gli ospiti devono fare a meno degli squalificati Gasco e Ponzo.

Arbitra Riccardo Bergonzi della sezione di Imperia.

Baia Alassio in campo col 4-3-3 con Toja Rodriguez tra i pali; in difesa da destra Avignone, Giacomo Scarone, Garibizzo, Pietro Scarone; a centrocampo Cavassa, Odasso e Delfino; in attacco Gorlero, Colli, Di Mari.

Borghetto col 3-5-2 con Mirko Sabia in porta; in difesa da destra Simone Sabia, Littarelli, Calabretti; a centrocampo Cabiati, Desiato, Testa, Santelia con Gervasoni trequartista dietro le punte Bova e Gianmarco Fruzzetti.

Partiti. Al 1° Bova conquista una punizione, Gervasoni la mette in mezzo e la difesa alassina la respinge, così come il controcross di Santelia.

Al 3° Delfino da destra mette in mezzo per Cavassa, tiro dal limite: alto.

Poco dopo da un cross da destra di Delfino nasce il primo corner, Pietro Scarone calcia alto.

Al 5° Gorlero recupera un pallone che sembrava lungo e conclude, Mirko Sabia respinge, sulla ribattuta va al tiro Di Mari e il portiere del Borghetto si oppone ancora.

Al 7° prova la stoccata Colli: fuori misura.

Al 10° Gervasoni prova da lontano, Toja Rodriguez effettua una parata non facile, poi va al tiro Santelia, deviato in angolo.

Al 12° punizione per fallo su Santelia. La calcia Bova, sulla barriera.

Dopo alcuni minuti favorevoli ai granata, senza conclusioni, tornano a farsi avanti i gialloneri al 18° con un fendente di Delfino: alto.

Al 19° Mirko Sabia esce coi piedi dall’area per anticipare Di Mari, poi dribbla anche Colli.

Il giovane arbitro Bergonzi rimprovera Guido Fruzzetti che dalla panchina protesta.

Al 22° Borghetto in vantaggio con un gran bel gol. Cabiati verticalizza per Gervasoni, palla a Bova che gliela restituisce di prima e Gervasoni supera il portiere con un tocco di precisione che si infila sotto la traversa. 0 a 1.

Al 20° ci prova Desiato da posizione centrale: blocca Toja Rodriguez.

Al 26° imbucata di Cavassa per Di Mari che si muove bene nello spazio e davanti a Mirko Sabia lo batte con un tiro che si infila nell’angolino basso alla destra del numero 1 ospite. 1 a 1.

La Baia Alassio insiste e guadagna due angoli consecutivi. Ma questa volta la difesa granata non si fa sorprendere.

Al 33° palla messa in mezzo da Cabiati, dopo una serie di lisci clamorosi arriva a Gianmarco Fruzzetti che indisturbato in piena area non ha problemi a battere Toja Rodriguez. 1 a 2.

Al 37° viene ammonito Odasso, che non ci sta e viene invitato dai compagni a non protestare ulteriormente.

Al 40° punizione calciata da Gervasoni, alle stelle.

Al 41° scontro di gioco tra Avignone e Santelia che resta a terra un minuto prima di riprendere.

Lancio lungo per Gorlero in area: colpo di testa a lato.

Al 43° Delfino si invola sulla sinistra, mette in mezzo e Calabretti spazza in angolo.

Sugli sviluppi batti e ribatti, non scatta il fuorigioco, Mirko Sabia respinge la conclusione ravvicinata di Odasso ma non può nulla quando Colli insacca a porta sguarnita. Al 44° risultato sul 2 a 2.

Si torna negli spogliatoi senza recupero.

Secondo tempo. Al 2° Desiato ferma una ripartenza di Delfino: ammonito.

Al 5° entrano Castellari per Giacomo Scarone e Li Causi per Pietro Scarone.

All’8° palla da Li Causi sulla sinistra a Di Mari, da questi a Cavassa che è bravo a fingere l’assist al centro per poi girarsi verso la porta e freddare Sabia. Baia in vantaggio 3 a 2.

Al 10° Bova conquista una punizione sul semicerchio dell’area. La calcia lo stesso numero 9: traversa.

Al 12° entra Dileo al posto di Littarelli.

Al 14° bello scambio in velocità Gervasoni, Bova, Fruzzetti, lo ferma in angolo Li Causi.

Al 15° palla messa in mezzo di Santelia, piatto di Fruzzetti dal limite, alto.

Al 16° destro di Di Mari, para Sabia.

Pianese prende il posto di Gervasoni al 17°. Al 18° punizione per gli alassini. Colli rasoterra di potenza, Sabia respinge e Cabiati manda in angolo.

Al 20° cross dalla destra di Cabiati per la testa di Santelia che impatta bene e la mette in rete. 3 a 3.

Al 22° traversone dalla sinistra di Li Causi, Dileo di testa sfiora, palla sulla destra per Gorlero che conclude, Simone Sabia è sulla traiettoria e allontana.

Partita vivacissima, senza un attimo di sosta. Al 25° lungo lancio per Bova che cerca di scavalcare Toja Rodriguez con un tocco sotto ma il portiere ci arriva.

Al 26° entrano Simonassi e Perrone per Bova e Fruzzetti.

Ci prova Desiato al 27° da posizione centrale, para Toja Rodriguez.

Al 28° ammonito Santelia per un fallo a centrocampo.

Al 29° in campo Numeroso per Gorlero. Al 33° Manelli sostituisce Santelia.

Al 35° palla da Colli in area per Di Mari, tiro parato da Sabia.

Prolungata azione alassina, il Borghetto tiene. Sempre 3 a 3, mancano 5 minuti.

Al 41° destro dai venti metri di Simonassi, Toja Rodriguez in tuffo manda in angolo.

Ripartenza alassina, imbucata di Colli per Delfino, Sabia gli chiude lo specchio.

Ennesimo rapido cambio di fronte, Perrone dà un’ottima palla a Simonassi che va al tiro: respinto da un difensore, tra le proteste dei granata che chiedono un tocco col braccio, ma Bergonzi lascia correre.

Al 44° Di Mari dalla sinistra crossa rasoterra, palla a Colli che controlla, si accentra e con un tiro preciso infila Sabia per la quarta volta. 4 a 3.

L’arbitro dà 4 minuti di recupero. Al 46° entra Naso per Odasso. Al 47° Gagliolo per Delfino. Finisce dopo 5 minuti e mezzo di recupero.

Vince la Baia Alassio per 4 a 3 al termine di una partita intensa, che non ha annoiato nemmeno per un istante gli spettatori presenti. La squadra di mister Iurilli resta così in piena corsa per la qualificazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.