IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Biglietterie chiuse, furia di pendolari e associazioni: “Stillicidio in corso nelle stazioni ferroviarie”

“Ennesima dimostrazione della necessità di rivedere completamente le regole del Contratto di Servizio”

Regione. “Stillicidio in corso nelle biglietterie delle nostre stazioni ferroviarie. Nel silenzio più assoluto e nell’indifferenza totale le biglietterie delle linee liguri lentamente, ma neanche tanto, stanno chiudendo. Trenitalia è il nostro principale fornitore di servizi? O dovremmo chiamarli disservizi?”.

Inizia così la dura nota congiunta di Comitato Pendolari Levante Ligure, Comitato Difesa Trasporti Valle Stura ed Orba, Comitato Pendolari Savona-Genova, Comitato delle Cinque Terre, WWF-Italia-Liguria.

“Alle mail di protesta e di segnalazione le risposte sono sempre le medesime, – hanno proseguito, – vengono in maniera seriale ed automatica snocciolati gli elenchi dei tabacchini aderenti alla vendita biglietti e segnalati il numero di macchinari aventi funzione (se funzionano) di biglietteria”.

“La chiusura delle biglietterie é fonte di disservizio, che di certo non contribuisce ad aumentare gli utenti, obiettivo dichiarato e messo nero su bianco dalla Regione Liguria nel Contratto di Servizio con Trenitalia. Le forze politiche tutte, si stanno rimbalzando le colpe”.

“La politica si sta dimenticando del servizio pubblico su ferro, non ha sotto controllo il proprio fornitore di servizi, che con il monopolio totale della rete capillare ferroviaria sta inesorabilmente facendo ciò che vuole”.

“Crediamo che il compito di proteggere i pendolari e tutti gli utenti da queste scelte scellerate sia in primis dell’assessore ai Trasporti Gianni Berrino, pertanto lo esortiamo a non subire evitando di appoggiare tali cambiamenti imposti dal colosso Trenitalia, ennesima dimostrazione della necessità di rivedere completamente le regole del Contratto di Servizio”, hanno concluso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Simone Squillace

    perchè stupirsi quando sostengono che 20 treni cancellati il 16 agosto non erano prevedibili?quando dicono che il 75% de treni arriva puntuale a destinazione?quando giocano allo scaricabarile tra rfi e regione?trenitalia è come una slot machine truccata:non paga mai.Sono capaci solo a scusarsi per il disagio,segnalare che le porte sono rotte ma mai che riparino o sistemino qualcosa.