IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Apicoltura, Verdi contro Stefano Mai: “Sa di cosa parla? Urgente proclamare lo stato di emergenza”

"Avviare subito la misura chiesta dall'assessore ma poi azione di urgente monitoraggio dell'uso di pesticidi e sulla qualità dell'aria"

Più informazioni su

Liguria. “In questi giorni l’assessore regionale all’agricoltura Mai pare aver scoperto la gravità della situazione dell’apicoltura in Liguria e propone la proclamazione dello stato di emergenza salvo poi polemizzare con il nuovo governo insediato pochi giorni fa su somme che sarebbero state stanziate dal precedente ministro leghista Centinaio e che potrebbero essere utilizzate”. Inizia così il comunicato stampa dei Verdi liguri.

“Noi Verdi crediamo che la proclamazione dello stato di emergenza per soccorrere un settore in difficoltà grandissima sia necessaria e urgente anche per favorire apicoltori e apicoltrici ma purtroppo siamo convinti che tale misura non basti poiché il problema della moria delle api è strettamente connesso alla grave situazione climatica che il mondo sta attraversando. L’assessore Mai infatti con la consueta visione politica di scarso respiro unisce le difficoltà ambientali a quella delle imprese senza rilevare che le api sono uno dei più importanti indicatori biologici e che il problema della loro moria è sicuramente nazionale oltre al fatto che esse costituiscono uno dei principali indicatori anche dello stato di salute del pianeta oltreché dello specifico agricolo”.

“A questo punto noi Verdi crediamo che sia indispensabile avviare subito la misura chiesta dall’assessore ma che poi occorra fare una azione di urgente monitoraggio dell’uso di pesticidi e sulla qualità dell’aria (metalli pesanti,…) anche per favorire una azione concreta a sostegno del settore apicolturale. La Regione Liguria ha approvato recentemente la mozione del fridays for future per dichiarare l’emergenza climatica e poi che fa??? La Regione Liguria dovrebbe adottare un piano per la riduzione delle emissioni secondo la suddetta mozione. A che punto è la elaborazione???”.

“I Verdi infine hanno proposto per il miele spezzino l’IGP ma tale proposta si potrebbe estendere a tutta la Liguria per valorizzare la produzione e sostenere un settore in grave crisi. Assessore Mai, l’agricoltura ligure non ha bisogno solo dello stato di emergenza per 12 mesi, peraltro urgente e necessario, ma di una azione politica e di misure concrete e di lunga scadenza non di misure limitate e forse efficaci dal punto di vista elettorale ma che non hanno una visione dei gravi problemi ambientali esistenti. A ciò noi Verdi vogliamo aggiungere che non servono a nulla queste misure la polemica continua contro il governo appena insediato quando la giunta Toti pare diventata solo l’immagine del “nulla” dal punto di vista politico e programmatico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.