IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Matteo Solari: “Positiva la reazione, ma non possiamo regalare due gol” risultati

L'allenatore commenta il pareggio casalingo con il Campomorone Sant'Olcese

Albenga. Un avvio a bomba col vantaggio iniziale, poi un gol subito per una giocata sbagliata, il 2 a 1 ospite e alla fine l’Albenga l’ha raddrizzata. Matteo Solari, allenatore dei bianconeri, commenta così la partita: “Partiamo dal fatto che sapevamo sarebbe stata una partita totalmente diversa da quella di coppa. Dopo 28 secondi abbiamo fatto gol e al 5° minuto potevamo essere 3 a 0, perché abbiamo avuto due palle clamorose. Al 6° minuto abbiamo fatto gol noi per loro; abbiamo ripreso a macinare occasioni, non le abbiamo sfruttate. Nel secondo tempo li abbiamo schiacciati nella loro area, non abbiamo sfruttato alcune palle gol, abbiamo regalato il secondo gol per una disattenzione, una palla persa malamente in mezzo al campo. Poi abbiamo avuto la reazione d’orgoglio finale in cui a dieci minuti dalla fine abbiamo pareggiato. Poi è successo di tutto: tre salvataggi sulla linea, traversa… Non voleva più entrare”.

Albenga Vs Campomorone Sant'Olcese

Sono arrabbiato – sottolinea il mister – perché oggi dovevamo sicuramente fare 3 punti, perché ce li siamo meritati in campo; dall’altra parte sono contento perché la squadra ha avuto una reazione: quando succedono queste cose ti puoi sedere, invece i ragazzi hanno sempre avuto personalità, hanno impostato la partita, hanno creato. Ovvio però che noi non possiamo regalare due gol perché se no le partite finiscono così“.

Anche in Coppa Italia l’Albenga aveva rischiato, per non aver chiuso prima la partita. “Il calcio è così: se non chiudi le partite, se le occasioni non le sfrutti quando sono talmente grosse e non le butti dentro – ribadisce Solari -. Oggi c’è stato un infortunio clamoroso sul gol loro; sul secondo è stata una palla persa male, ci siamo poi riorganizzati. Mi spiace perché sicuramente era una partita da vincere, per quello fatto vedere in campo. Non è andata così, non importa: questa rabbia ce la teniamo dentro per andare a prenderci tre punti a Molassana domenica“.

“Sicuramente il Campomorone ha dei giocatori di qualità, sono venuti a fare un poco più attendista. Ma se la sblocchi dopo 28 secondi e hai la possibilità di fare il 2 e il 3 a 0 e non li fai e poi gli regali il gol, le partite si complicano. Se noi non avessimo regalato, probabilmente il Campomorone avrebbe fatto una partita sicuramente generosa ma sarebbe andato a casa con zero punti” conclude il tecnico dell’Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.