IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, la denuncia di Jan Casella: “Caso paese abbandonato e pieno di criticità” foto

Alcuni residenti della frazione: "Forse soluzione ideale sarebbe l’annessione al comune di Villanova piuttosto che ad Alassio”

Alassio. “Staccarci da Alassio ed essere inglobati nel comune di Villanova d’Albenga può essere la soluzione giusta per il nostro paese”. Ad affermarlo sono numerosi residenti di Caso, le cui dichiarazioni sono state riportate dal consigliere di opposizione alassino Jan Casella, che nei giorni scorsi, su invito degli stessi cittadini, si è recato per un sopralluogo nella piccola frazione.

“La maggioranza Melgrati/Galtieri, – ha esordito Casella, – dovrebbe avere ben presenti le tante e differenti problematiche del territorio che amministra, e nelle orecchie dei suoi componenti dovrebbe suonare molto forte un campanello d’allarme a sentire, come ho sentito io, la frase che ho riportato. Sono andato a vedere di persona le principali criticità che mi erano state segnalate più volte in questi ultimi mesi. Già durante la scorsa campagna elettorale, come Alassio Volta Pagina, avevamo fatto un attento sopralluogo, ma le cose, se possibile, da allora sono ulteriormente peggiorate”.

“Assieme ad alcuni abitanti abbiamo fatto una camminata tra le case, verificando una serie di disagi che per essere risolti o alleviati avrebbero solo bisogno di pochi soldi e parecchia buona volontà. Ho stilato un breve elenco delle urgenze più evidenti: la completa assenza di un servizio di pulizia, e nessuno ricorda di aver visto un netturbino con ramazza e paletta; altrettanto si può dire per lo sfalcio dell’erba lungo il ciglio di strada e stradine”.

“Il margine della strada, unico posto in cui posteggiare le auto, è irregolare, con spuntoni di pietra che spesso e volentieri danneggiano i pneumatici; l’asfalto – che, come mi è stato riferito, dovrebbe risalire agli anni ’70 – è sconnesso e sono evidenti sia i segni di ristagno nelle buche più o meno grandi che quelli di ruscellamento con asportazione del manto superficiale”.

“E ancora: nei punti più impervi e scoscesi delle stradine interne c’è bisogno di realizzare degli scalini per l’incolumità dei cittadini, soprattutto di quelli più anziani; l’impianto di illuminazione non è uniforme e in alcuni punti manca del tutto; non esiste nessun impianto di videosorveglianza, nonostante le ripetute incursioni di ladri.

“Mi ha colpito comunque l’encomiabile atteggiamento degli abitanti di questa piccola frazione che, nei limiti del possibile, provvedono da soli a pulire il paese, a rattoppare l’asfalto e a falciare l’erba, ma ormai hanno esaurito la pazienza. Dispiace anche il fatto che Caso, con un’illuminazione calda ed uniforme, con una pavimentazione modellata sullo storico stile del borgo ligure e una maggior attenzione alla pulizia, si trasformerebbe davvero in un bellissimo paesino, a tutti gli effetti degno di essere mostrato ai turisti che scelgono la nostra città per le proprie vacanze”.

“Durante la passeggiata tra le stradine della frazione qualcuno, dopo aver detto che confrontando la situazione di Caso con quella delle vicine Marta e Bossoleto (che sono nel territorio di Villanova d’Albenga) salta agli occhi la diversità nella cura e nell’attenzione da parte degli amministratori comunali, mi ha confidato che a molti è venuta la voglia di chiedere di essere accorpati al comune vicino”.

“Dopo le tante promesse fatte in campagna elettorale dal sindaco sospeso Melgrati agli abitanti di Caso, è l’ora di iniziare ad occuparsi seriamente di questo paese: ogni cittadino alassino, a prescindere dal luogo in cui vive, paga comunque le tasse e ha gli stessi diritti degli altri e la frazione di Caso ha immediato bisogno di cura e di attenzione amministrativa. Spero che a questa fin troppo paziente comunità siano rapidamente fornite le necessarie risposte, risolvendone le criticità nella maniera più adeguata”, ha concluso Casella.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.