IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un anno dalla tragedia di ponte Morandi, tutte le commemorazioni in provincia di Savona

Un modo per non dimenticare, per essere vicini ai familiari e amici delle vittime e alla Città

Genova. È passato un anno esatto (14 agosto 2018 – 14 agosto 2019) da una delle più grandi tragedie della storia di Genova e della Liguria. Ma il crollo di Ponte Morandi ha segnato profondamente l’intera Nazione e occupato a lungo un posto di primo piano sui quotidiani, nei telegiornali e siti online di tutto il Mondo.

Un anno lungo, a tratti infinito, ma mai come gli istanti immediatamente successivi alla notizia del crollo, che si è sparsa a macchia d’olio in un attimo, facendo svanire velocemente i sospetti di possibili (auspicabili con il senno di poi) “fake news” in merito e  trascinando tutti noi nella triste realtà di quel giorno.

Un anno contraddistinto da tristezza e dolore, in particolare quello di familiari e amici delle 43 vittime, ma anche dal sudore e dall’impegno di chi ha vissuto la tragedia in prima persona, tra vigili del fuoco, volontari delle pubbliche assistenze e non, uomini della protezione civile e forze dell’ordine, che, per giorni e giorni, hanno operato in condizioni fisiche e psicologiche al limite, tra le macerie di quello che era conosciuto come il “Ponte di Brooklyn”, con emozioni contrastanti, tra la felicità per il ritrovamento dei sopravvissuti e lo strazio per i corpi senza vita di chi, purtroppo, non ce l’ha fatta.

Un anno che ha visto “La Superba” Genova cadere e piangere, ma anche avere la forza di rialzarsi, di lottare e ripartire, sospinta dalla solidarietà di milioni di persone, di Comuni, Regioni e anche di Nazioni estere, che non hanno mai fatto mancare la propria vicinanza e la propria solidarietà al capoluogo ligure.

E, scendendo nello specifico della nostra Provincia, domani, in occasione della ricorrenza, tanti Comuni, associazioni e privati, hanno deciso di “riabbracciare” idealmente Genova, ancora una volta e ancora più forte, con iniziative sparse in tutto il savonese. Un modo per non dimenticare, per essere vicini ai familiari e amici delle vittime e alla Città e per dire loro: “Ci siamo stati, ci siamo e ci saremo ancora”.

Genova. Domani, mercoledì 14 agosto, per l’anniversario del crollo del ponte Morandi Regione Liguria sarà presente alla cerimonia di commemorazione a cui parteciperà anche il presidente della Repubblica. “Ci stringiamo ancora alle famiglie delle vittime nel ricordo dei loro cari – ha detto il Presidente Toti – il pensiero va, in primo luogo, ai nomi e ai volti di chi ha pagato un prezzo troppo alto in uno dei momenti più difficili della nostra storia recente. È compito e dovere delle istituzioni custodire e promuovere la memoria di fatti così tragici, anche per costruire le condizioni perché non si ripetano. E in quest’anno di duro lavoro per garantire i servizi essenziali, dalla sicurezza al diritto alla casa, dai trasporti al diritto allo studio, Genova e la Liguria hanno cominciato a scrivere una storia nuova, a guardare al futuro con speranza e ottimismo: un messaggio di tenacia e orgoglio che questa città e questa regione hanno mandato all’intero paese”.

Alle 11.36 anche il personale di Regione Liguria, insieme a tutta la città di Genova, osserverà un minuto di silenzio, mentre il sito internet, la pagina Facebook e il profilo Twitter ufficiali dell’Ente saranno listati a lutto per tutta la giornata.

Savona. Nel Comune di Savona, appuntamento alle 11.30 presso il monumento ai caduti di piazza Mameli, dove si terrà una cerimonia in onore delle vittime del crollo del ponte Morandi.

Albenga. A un anno dalla terribile tragedia del crollo del Ponte Morandi di Genova, Albenga si ferma per ricordare quel triste boato. Citando la frase di Renzo Piano: “Un ponte come questo, crollando, trascina con sé il morale della città. Il Ponte sul Polcevera non era un ponte qualsiasi: univa le due anime di Genova: la città storica di Levante con l’anima operaia e industriale di Ponente. Il crollo del ponte Morandi si porta appresso la credibilità e l’identità stessa dell’Italia”.

Genova, ma l’intera Liguria, dopo i primi momenti di attonito sconforto e il dolore per tutte le persone che quel drammatico giorno persero la vita, ha mostrato la sua forza, il desiderio di non lasciarsi andare, ma reagire e lavorare per tornare a vivere. Albenga vuole ricordare quel giorno attraverso un flash mob in Piazza San Michele. L’appuntamento è alle 11 di mercoledì 14 agosto quando, chiunque lo vorrà, potrà esprimere un suo pensiero su quanto accaduto o anche solo unirsi in un minuto di silenzio che verrà osservato alle 11.36 (ora del crollo). Tutta la città è invitata a partecipare all’iniziativa: “Vuole essere un momento di raccoglimento spontaneo e assolutamente non istituzionale”.

Ad Andora verrà osservato un minuto di silenzio alle 11.36 e la bandiera del Comune sarà issata a mezz’asta.

Loano. In occasione del primo anniversario dell’immane tragedia, il Comune di Loano vuole ricordare le vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova, avvenuto alla vigilia di Ferragosto dello scorso anno. L’amministrazione comunale invita tutti i cittadini, residenti ed ospiti, ad osservare un minuto di silenzio allo scoccare delle 11.36 del mattino, orario del crollo del viadotto genovese.

Alassio. Per ricordare le 43 persone che sul Ponte Morandi hanno perso la vita, ma anche quelle famiglie che con quel crollo hanno perso una persona cara, la casa, i ricordi di una vita, per loro alle 11:36 del 14 agosto, la sirena del Comune di Alassio chiamerà a raccolta la cittadinanza, le autorità, i dipendenti, gli amministratori: tutti insieme, davanti all’ingresso del Comune, in Piazza della Libertà sotto alle bandiere a mezz’asta, per osservare un minuto di silenzio: un silenzio assordante.

Per commemorare le vittime del Ponte Morandi i commercianti del consorzio “Alassio un mare di shopping” presieduto da Loredana Polli hanno pensato di spegnere la musica, abbassare le luci (o spegnerle) e rispettare “un minuto di doveroso silenzio in ricordo di questa tragedia che ha toccato tutti da vicino. La città di Alassio vuole così ricordare in unità con tutte le altre categorie questo pesante lutto”.

“Chiediamo di passare parola ai vostri vicini di attività se non consorziati al fine di presentare la Città di Alassio unita nel ricordo di questo pesante lutto. Lo stesso messaggio coinvolgerà le attività alberghiere, di ristorazione e pubblici esercizi e stabilimenti balneari”.

Pietra Ligure. Mercoledì 14 agosto, nel primo anniversario del crollo del Ponte Morandi, Pietra Ligure si fermerà due volte in ricordo delle 43 vittime e in segno di rispetto per le loro famiglie e di vicinanza per gli sfollati. Alle 11.36, all’ora esatta in cui il ponte crollò, al suono delle sirene d’allarme del Comune e delle campane della Basilica di San Nicolò, il sindaco Luigi De Vincenzi insieme ai dipendenti posserverà un minuto di silenzio. Alle 21.30 saranno nuovamente i 43 rintocchi a lutto delle campane, a commemorare quell’immane tragedia e a “segnare” in tal senso tutta la serata che Pietra Ligure, con il concerto dell’Accademia musicale del Finale che avrà luogo in piazza San Nicolò, dedica al ricordo di quell’evento che un anno fa ci ha segnato indelebilmente.

Il 14 agosto l’amministrazione comunale di Laigueglia, unitamente ai cittadini e ad una rappresentanza delle autorità civili, militari e religiose, si riunirà sul molo centrale per ricordare le vittime del crollo del Ponte Morandi. Alle 11.36, ora in cui è avvenuta la disgrazia, le campane della chiesa parrocchiale di san Matteo suoneranno 43 rintocchi in ricordo delle 43 vittime. Verrà osservato un minuto di silenzio e sarà recitata una preghiera. “Laigueglia come tutta la Liguria e la nazione non può e non vuole dimenticare questo tragico evento nella speranza che simili tragedie non abbiano a ripetersi”.

Varazze. Ad un anno dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi, la Città di Varazze ricorda le 43 vittime. La cittadinanza è invitata a partecipare alla cerimonia che si terrà in Piazza Beato Jacopo alle 11:30. Anche le spiagge di Varazze osserveranno 1 minuto di silenzio.

Ceriale. Cittadinanza, stabilimenti balneari, attività commerciali e uffici pubblici osserveranno un minuto di silenzio e di raccoglimento per commemorare le vittime del crollo del ponte Morandi. La commemorazione ad un anno dalla tragedia che ha colpito Genova e la Liguria. Tutta l’amministrazione comunale sarà presente in piazza della Vittoria. Il minuto di silenzio sarà scandito dal suono delle campane.

Cairo Montenotte. Per ricordare le vittime di Ponte Morandi, mercoledì 14 luglio alle 11.36, l’amministrazione comunale parteciperà in piazza della Vittoria, nei pressi del Monumento ai Caduti, ad un momento di cordoglio in ricordo della tragedia: tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. “Erano le 11.36 del 14 agosto 2018 quando sotto una pioggia incessante 250 metri di ponte Morandi, il viadotto autostradale che collega la A7 con la A10, crollano insieme alla pila di sostegno, la numero 9. Le vittime, purtroppo, saranno 43”.

Il Comune di Spotorno, nel primo anniversario dalla tragedia del Ponte Morandi di Genova, si stringe intorno a chi ha perso familiari ed amici nel crollo del ponte ed invita tutti i cittadini (residenti e ospiti) a raccogliersi, alle 11.36, in un minuto di silenzio.

Noli. Alle ore 11.36, in commemorazione delle vittime del crollo del Ponte Morandi, la sirena dei Pescatori di Noli fischierà per tre volte, la campana della torre civica batterà 43 rintocchi e, contemporaneamente, i commercianti nolesi fermeranno l’attività per un minuto di silenzio. “Invitiamo i gestori degli stabilimenti balneari a comunicare l’iniziativa ai loro ospiti con l’obiettivo di formare, in quello stesso orario, una catena umana sulla battigia. Per unirci tutti insieme nel ricordo della tragedia che ha colpito il cuore della nostra terra.

Toirano. L’amministrazione comunale di Toirano ricorda con un minuto di silenzio e al suono delle campane il tragico crollo di ponte Morandi e le 43 vittime, strngendosi in particolar modo al dolore della famiglia del concittadino Giorgio Donaggio. Pertanto il sindaco Giuseppe De Fezza invita la cittadinanza, le associazioni e le attività commerciali ad osservare un minuto di raccoglimento, unendosi in segno di cordoglio a tale ricordo.

A Giustenice il 14 agosto alle 11.36 verrà osservato, presso il palazzo comunale, un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.

L’amministrazione comunale di Borghetto Santo Spirito si stringe intorno alle famiglie delle vittime dell’assurda tragedia e agli sfollati di Genova osservando un minuto di silenzio alle ore 11.36. Il sindaco Giancarlo Canepa invita la cittadinanza, le varie associazioni e le attività commerciali della città ad unirsi in questo gesto di sentito e dovuto rispetto.

Villanova d’Albenga. Il 14 agosto, ad un anno esatto del crollo del Ponte Morandi, che ha causato 43 morti e grande commozione nel Paese, l’amministrazione comunale ha previsto l’esposizione della Bandiera a mezz’asta e 1 minuto di silenzio al rintocco delle campane alle 11,36.

Tovo San Giacomo. Il Comune, nel primo anniversario della tragedia del Ponte Morandi di Genova, si stringe attorno a chi ha perso i familiari ed amici nel crollo del ponte ed invita i dovessi a raccogliere, alle 11:36, in un minuto di silenzio.

L’amministrazione comunale di Boissano, nel giorno del primo anniversario del tragico crollo del ponte Morandi, esporrà le bandiere a mezz’asta e osserverà un minuto di silenzio, alle 11,36, ed invita i cittadini a ricordare tutte le vittime di quella tragica giornata. Per non dimenticare.

Alle 11:36, in occasione del primo anniversario del crollo del Ponte Morandi, le attrazioni del parco acquatico le Caravelle di Ceriale interromperanno per un minuto la propri attività per ricordare la tragedia che il 14 agosto 2018 ha colpito la Città di Genova.

Infine, segnaliamo che “la direzione del 118 ha diramato la lista delle risorse in campo, contestualmente alla commemorazione prevista domattina. Pertanto in loco saranno presenti e a disposizione dei cittadini in caso di necessità: 10 ambulanze (3 operatori per mezzo); 10 team di soccorritori a piedi (2 operatori per team); 3 automediche (3 operatori per mezzo), una di Genova, una di Savona e una proveniente dal Tigullio; 1 ambulanza medicalizzata (3 operatori a bordo provvisti di rianimatore) a disposizione delle autorità presenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.