IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stadi e decreto sicurezza, la protesta degli ultras albenganesi con uno striscione: “Vaffa…..” foto

E' comparso da questa mattina davanti all'ingresso dello stadio comunale

Albenga. L’approvazione del decreto sicurezza bis prevede norme severe anche per gli stadi, di ogni categoria. Il provvedimento prevede un pacchetto di cinque norme riguardanti daspo e violenza negli impianti sportivi. E’ inoltre indicato per il divieto di accesso alle competizioni sportive pene più severe per gli ultras.

Nel mirino anche coloro che vengono denunciati per aver preso parte attiva a episodi di violenza su persone o cose in occasione o a causa di manifestazioni sportive.

Insomma una serie di dispostivi rivolti nello specifico alla sicurezza degli stadi che alcune tifoserie locali e del savonese non hanno digerito. La dimostrazione arriva da Albenga, dove da questa mattina è comparso uno striscione all’ingresso principale dello stadio Riva: “Vaffa…..”.

“L’ultras ringrazia con un gran…”. Con riferimento appunto al decreto sicurezza bis che era stato approvato al Senato, pronto ad entrare in vigore per la prossima stagione calcistica e sportiva.

Tra le norme inserite anche uno stop per i recidivi no inferiore a 5 anni e la reclusione da 6 mesi a 5 anni per chi commette fatti di violenza o minaccia gli arbitri e gli altri tecnici che assicurano la regolarità delle manifestazioni sportive.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.