IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno, il consigliere Marcenaro all’attacco: “Scarsa cura e manutenzione del territorio” foto

Situazione di degrado nel quartiere Prelo, mancano i bidoni per la spazzatura

Spotorno. “Se questa amministrazione deve andare a casa è per le gravi carenze in materia di programmazione e gestione dei servizi comunali, più che per vicende personali che non hanno immediati riflessi sugli spotornesi. Infatti da un incontro avuto in questi giorni tra i rappresentanti della lista Spotorno nel cuore e gli abitanti del quartiere Prelo sono emerse numerose situazioni che testimoniano lo scarso interesse per la cura del territorio e la mancanza di servizi”.

Lo afferma il consigliere di minoranza Matteo Marcenaro, capogruppo di “Spotorno nel cuore”, che torna così all’attacco dell’amministrazione comunale.

“Gli abitanti del quartiere ci hanno segnalato il grave stato di incuria delle strade di questa zona, in particolare Via Puccini. Si vede che sugli spartitraffico ormai è cresciuta una rigogliosa foresta, circostanza che testimonia come sia ormai da tempo che nessuno si preoccupa di eliminare le erbacce da questa zona. Ma non solo è anche la presenza di un rivestimento di amianto presente sulle pareti di Villa Carlina (di proprietà del Comune) a preoccupare gli abitanti.

“Alcuni residenti hanno già segnalato la situazione, ma sembra che nulla sia mosso e per questo stanno meditando ulteriori iniziative, anche perchè nella struttura si svolgono corsi di musica per bambini. Per questo sulla questione presenterò un’interpellanza urgente per chiedere che l’amianto venga rimosso al più presto ed avere garanzie sulla non pericolosità per la salute dei residenti e dei fruitori della struttura” aggiunge l’esponente di minoranza spotornese.

“Un’ulteriore annotazione è stata la richiesta di alcuni residenti in vico Breia nella porzione limitrofa alla strada provinciale 8 di avere la disponibilità dei bidoni per la raccolta della spazzatura: attualmente non vi sono bidoni per la raccolta obbligando i cittadini a fare diverse centinaia di metri per smaltire i rifiuti passando obbligatoriamente sulla provinciale e quindi in una condizione di potenziale rischio”.

“Anche su questo abbiamo assunto l’impegno a presentare una richiesta al responsabile del servizio di raccolta dei rifiuti per installare anche in quella zona dei contenitori per la raccolta” conclude Marcenaro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.