IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sentiero San Pietro d’Olba – Passo del Faiallo, proseguono i lavori di manutenzione

Il lavoro è stato finanziato grazie ad un contributo di 26000 euro erogato dalla regione Liguria nell'ambito del Progetto di Sviluppo Rurale 2014—2020

Più informazioni su

Urbe. “Stanno procedendo i lavori per la manutenzione straordinaria del sentiero San Pietro d’Olba – Passo del Faiallo. Sono quasi terminate le attività di pulizia, ripristino e messa in sicurezza e stanno per iniziare quelli per la posa della nuova segnaletica”. La precisazione arriva dal Comune di Urbe.

“Il lavoro è stato finanziato grazie ad un contributo di 26000 euro erogato dalla regione Liguria nell’ambito del Progetto di Sviluppo Rurale 2014—2020 ed ottenuto grazie ad un ottimo lavoro di squadra con una particolare menzione al consigliere Bongiorni ed all’architetto Cipriani. Lavoro che ha permesso in primo luogo l’inserimento del sentiero in oggetto nella Rete Escursionistica Ligure (REL), costituita per la fruizione aree rurali e lo sviluppo del turismo ecosostenibile, e poi l’accesso ai contributi previsti per le manutenzioni dei percorsi. I finanziamenti ottenuti fanno riferimento a specifici progetti ed ovviamente devono essere utilizzati in tale ambito” aggiungono dall’amministrazione comunale di Urbe.

“Adesso si spera di poter presentare i progetti per la passerella sul rio Rosto, la cappella della Gatazé ed l’area picnic del Faiallo. Si tratta di lavori importanti per il Comune di Urbe che rispondono all’obiettivo di sviluppare il turismo outdoor e nello stesso tempo preservare manufatti di grande importanza storica culturale . Riuscire ad ottenere finanziamenti utilizzando questo tipo di bandi é il solo modo per poter realizzare lavori in questo ambito ed utilizzare le casse comunali per i servizi essenziali. In questo contesto bisogna anche segnalare che il Comune deve redigere in modo autonomo i progetti che invece potrebbero essere realizzati dal Parco del Beigua, se non continuasse l’incomprensibile volontà della Regione che si oppone all’ingresso di Urbe nel Parco” concludono dal Comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.