IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Patrassi: “Il possibile nuovo acquisto? Suo nonno alzò la coppa a Wembley”

Il patron parla dei temi caldi al termine del debutto ufficiale, tra mercato e rizollatura del campo

Vado Ligure. Roberto Patrassi, patron del Savona, appare soddisfatto al termine della prima partita ufficiale della sua squadra, terminata con il passaggio del turno in Coppa Italia a scapito della Fezzanese.

patrassi

Sono contento – dichiara -. L’importante è vincere, che fa morale, aiuta a star meglio. Gli innesti ci sono, ne faremo altri, diamo tempo al tempo. Siamo arrivati e partiti in ritardo, però ho visto che gli innesti sono buoni. Abbiamo concretezza, con ulteriori innesti andremo sicuramente meglio“.

Ieri sono iniziati i lavori per la rizollatura del manto erboso al Bacigalupo di Savona. Quali saranno i tempi necessari ad ultimarli? “Io non sono un tecnico della materia. Ottimisticamente, mi hanno detto, fine ottobre. Nella peggiore delle ipotesi, penso a metà novembre”.

La rosa è da rinfoltire. “Come ha detto il mister il campionato è lungo, più risorse abbiamo e meglio è. Non è la scoperta dell’acqua calda che fra infortuni, squalifiche e quant’altro, dovendo fare un campionato di vertice è meglio che ci sia sempre l’imbarazzo della scelta. Spero di portare anche un nome eclatante che possa riscaldare la piazza. Chiaramente non posso pensare ad un giocatore di Serie B o di Serie A, però ho in mente un giocatore che ha nome, che abbia già fatto un paio di campionati di Serie D e il cui nonno ha alzato la coppa nel 1964 a Wembley“.

Nel 1964 la Coppa dei Campioni venne vinta dall’Inter a Vienna, la prima del biennio Herrera. L’anno precedente però, nel 1963, fu il Milan ad alzare al cielo il massimo trofeo continentale, proprio sul prato di Wembley. Prima formazione italiana, peraltro, a imporsi in campo europeo dopo il dominio di un lustro del Real Madrid e dopo al Benfica di Eusebio. Il capitano di quella squadra era Cesare Maldini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.