IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure pronta a “rifarsi il look”: nove opere pubbliche per oltre un milione e mezzo di euro foto

Dalla sistemazione del parco Offenburg al ripristino della diga soffolta, dall'efficientamento energetico delle scuole Martini alla riqualificazione della passeggiata

Più informazioni su

Pietra Ligure. Nove opere pubbliche, per un importo totale che supera il milione e mezzo di euro. Pietra Ligure è pronta a “rifarsi il look”: il piano dettagliato è stato presentato questa mattina dal sindaco Luigi De Vincenzi.

luigi devincenzi

“Si tratta – spiega – della ‘seconda fase’ di qualcosa che avevamo annunciato in campagna elettorale e che ora stiamo portando avanti. In campagna elettorale avevamo detto che ci saremmo dedicati a rimettere il paese in ordine, con grossi lavori sulla raccolta differenziata, sulla pulizia e sul ripristino del verde pubblico; volevamo dare un segnale preciso del fatto che il paese si stava riprendendo. Ora è chiaro che bisogna passare a una ‘fase due’, mettendo in programma quei lavori a breve termine che vogliamo presentare alla gente per dire che l’amministrazione ha le idee chiare su cosa serve al paese”.

Nove opere, come detto, che abbracciano varie aree. Una partirà immediatamente a settembre, ossia la sistemazione e messa in sicurezza del parco “Offenburg” (finito al centro delle polemiche dopo le ultime interpellanze in consiglio comunale) e il miglioramento dei giochi nel parco botanico. Il costo totale sarà di 66 mila euro.

Altri tre interventi verranno cantierati già nel quarto trimestre del 2020: si parte con il ripristino della funzionalità della diga soffolta, intervento che da solo costerà 500 mila euro (reperiti grazie a un finanziamento della Regione); altri 50.000 euro sono stati stanziati per ricostruire il chiosco SLA (ex leonessa) danneggiato dall’alluvione. Ben 300 mila euro, infine, verranno speso per lavori di efficientemente energetico della scuola media “Martini” di via Oberdan.

Potrebbe partire già nel quarto trimestre del 2019, o in alternativa a inizio 2020, anche l’allargamento di via Maglio (114 mila euro, realizzato da privati). Mentre partiranno certamente nei primi mesi del nuovo anno altri quattro interventi. Due riguardano la riqualificazione della passeggiata a monte di via Bado (divisa in due lotti, uno da 190 mila euro a carico del Comune e un altro da 120 mila realizzato da privati): “Purtroppo con la moria di palme ora la passeggiata presenta una immagine piuttosto triste – spiega De Vincenzi – e noi vogliamo iniziare a dare un segnale per dire che il paese è cambiato”.

Gli ultimi due interventi riguardano la residenza protetta per anziani Santo Spirito di via Soccorso: la costruzione di un ascensore (costo 82 mila euro) e di un impianto di condizionamento (138 mila), grazie al lascito di un appartamento al Comune proprio allo scopo di utilizzare i fondi derivanti dalla vendita per interventi sulla Rsa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.