IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Non ci sarà una seconda Liguria Marathon nel 2019: “Percorso da ripensare”

Il "no" da parte del Comune di Savona cancella l'evento dal calendario Fidal, almeno per quest'anno

Savona. L’edizione andata in scena domenica 18 novembre resterà, almeno per ora, la prima ed unica della Liguria Marathon.

Gli organizzatori, ovvero l’Asd RunRivieraRun, hanno reso noto pochi minuti fa, con un post sulla pagina Facebook della gara, che non ci sarà un’edizione 2019. E, complice la necessità, andrà riformulato un nuovo percorso; i promotori dell’evento comunque non gettano la spugna e proveranno a riproporla, magari già nel 2020.

“Cari amici – scrivono gli organizzatori -, come sapete la Liguria Marathon avrebbe dovuto tenersi domenica 17 novembre, correre la sua seconda edizione, arrivata dopo la soddisfazione di essere riusciti a regalare a tutti i maratoneti un’edizione 2018 indimenticabile, su un percorso meraviglioso. In questi mesi non abbiamo aperto iscrizioni e non siamo usciti con comunicati stampa nell’attesa di capire il destino della Liguria Marathon, così come era stata studiata e realizzata, perché tutti coloro che erano coinvolti, dovevano essere convinti di ripetere questa meravigliosa sfida”.

Il Comune di Savona e la Polizia Municipale ci hanno fatto sapere che non intendono, per loro motivazioni di viabilità che non stiamo a discutere, ma che accettiamo, anche se con rammarico, ripetere l’esperienza della scorsa edizione, non potendo impegnarsi a gestire 7 chilometri di chiusura al traffico e proponendo un arrivo a Zinola che, chiaramente, non è pensabile, visto che la Liguria Marathon è nata per promuovere il territorio, valorizzando il mare. Ci troviamo, quindi, a dover ripensare interamente un nuovo percorso, perché 7 chilometri sono tanti e non si possono ‘spalmare’ in quello che era stato ‘pensato e meditato’ in origine”.

“E dato che, come organizzazione, ci piace provare a fare le cose sempre al meglio, non possiamo offrire a chi partecipa, un’edizione ‘incompleta’, con un percorso che dovrà essere nuovamente misurato ed omologato dai misuratori Fidal, quindi dovrà essere pensato per i prossimi 5 anni (tempo di omologazione) e dovrà essere condiviso ed approvato, con entusiasmo, da tutti gli enti che parteciperanno”.

“Una Maratona non è solo un evento sportivo, ma un evento di destinazione che, se accolto con favore, può negli anni dare solo risultati positivi. La nostra volontà è far sì che Liguria Marathon non sia un’effimera illusione, ma desideriamo che diventi uno dei fiori all’occhiello di questa meravigliosa nostra Liguria e stiamo lavorando con la Fidal Liguria e la Provincia di Savona per cercare di trovare una soluzione alternativa per i prossimi anni”.

Con 200 atleti al traguardo, la Liguria Marathon si è piazzata al 35° posto per numero di finisher tra le 46 Maratone organizzate in Italia nel 2018. Un numero in calo rispetto alle 54 che si erano svolte nel 2017 e alle 59 del 2016 e che, con ogni probabilità, diverrà ancor più esiguo nel 2019, a testimonianza delle difficoltà crescenti di un movimento che, nei confini nazionali, pare aver raggiunto il suo apice alcuni anni fa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.