IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marcia acquatica, all’Alassio Wave Walking l’onore di rappresentare l’Italia ai Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia

La disciplina, nell'edizione del 2023, potrebbe entrare tra gli sport ufficiali dell'evento

Alassio ha fatto la storia della marcia acquatica in Italia lo scorso anno ed ora è pronta a fare ancora di più.

La squadra di Alassio di marcia acquatica, l’Alassio Wave Walking del Cnam, infatti, è stata convocata per rappresentare l’Italia ai Mediterranean Beach Games di Patrasso, in Grecia, ovvero i Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia.

La squadra alassina è chiamata a presentare la marcia acquatica quale nuova competizione sportiva, affinché nella successiva edizione dei Giochi del 2023 sia annoverata fra le discipline ufficiali.

Un’impresa notevole quella cui sono chiamati gli atleti liguri, che in questi ultimi due mesi si sono allenati per potersi confrontare in Grecia con le altre squadre internazionali: la Francia, che ha dato i nativi al nuovo sport, la Tunisia e la Spagna.

Gli alassini Paola Ippolito, Luca Schivo, Roman Vaccarezza e l’albisolese Matilde Pastorino saranno accompagnati da Rinaldo Agostini alla volta di Patrasso, dove dal 24 al 31 agosto saranno impegnati in numerose dimostrazioni, che confluiranno poi nella presentazione ufficiale venerdì 30 agosto davanti ai giudici olimpici.

Un’importante opportunità per i ragazzi dell’Alassio Wave Walking, per confrontarsi con uno scenario internazionale consapevoli di vivere qualcosa di irripetibile.

Siamo molto fiere di trovarci dopo poco più di un anno dalla partenza di questa grande avventura, davanti ad una tale occasione, e del fatto che possano viverla giovani di Alassio, anche in vece nostra che per motivi di lavoro dovremo seguirli da qui – dichiarano Maddalena Canepa e Lorena Rasolo, fondatrici dell’Alassio Wave Walking -. Tutto questo è stato possibile grazie alla lungimiranza di Ennio Pogliano, presidente del Circolo Nautico Al Mare di Alassio, del circolo tutto, della Federazione Italiana Escursionismo, che ci ha investite dei poteri rappresentativi della Federazione in ordine allo sviluppo della marcia acquatica, e al sostegno del Comune di Alassio e dell’assessorato allo sport che ha creduto in noi. Tutto il gruppo dell’Alassio Wave Walking ha lavorato alla regia di Patrasso, per permettere il viaggio dei cinque italiani. Numerosi inoltre sono gli enti e le attività che ci sostengono e grazie ai quali sarà possibile anche quest’anno ospitare ad Alassio la tappa italiana del circuito internazionale di marcia acquatica, senza dimenticare che domenica 6 ottobre siete tutti invitati a partecipare al serpentone acquatico più lungo mai fatto al mondo! Puntiamo al record 2019! Forza ragazzi!”.

Giochi Olimpici di Patrasso
Giochi Olimpici di Patrasso
cc

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.