IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, arrestato spacciatore con il reddito di cittadinanza: sequestrati eroina e hashish

Altro uomo denunciato a piede libero, altra persona segnalata alla Prefettura

Loano. Nell’ambito dei servizi antidroga, potenziati in estate, ieri pomeriggio la Squadra Mobile di Savona e la polizia locale hanno svolto un appostamento nel centro di Loano, in quanto erano arrivate specifiche segnalazioni riguardo ad un giovane, Riccardo Bozzoni, classe 89, intento in una attività di spaccio.

I poliziotti hanno notato un uomo del 1963, noto per essere un consumatore di droga, seduto sui gradini della scuola elementare, in corso Europa, vicino all’abitazione di Bozzoni. Poco dopo è stato raggiunto da un altro tossicodipendente al quale ha consegnato dei soldi. A quel punto la persona che era stata vista in attesa sui gradini è salita nell’appartamento del pusher dal quale ha ritirato due dosi di hashish, circa quattro grammi di stupefacente. Poi l’acquirente è sceso dalla palazzina e ha ceduto una della due dosi al ragazzo che lo attendeva.

A quel punto è stato fatto scattare il blitz: nell’abitazione del giovane è stata rinvenuta eroina e altro hashish, in parte in cucina e in parte in camera da letto, con denaro in contanti, materiale per la preparazione e il confezionamento della droga, oltre ad un bilancino di precisione.

L’uomo del ’63 è stato denunciato a piede libero per cessione di sostanze stupefacenti, mentre l’altro acquirente è stato segnalato alla Prefettura come consumatore. Nel corso dell’attività investigativa sono stati sequestrati circa mezz’etto di hashish e 15 grammi di eroina in pietra.

Riccardo Bozzoni, disoccupato e nullafacente, è risultato essere beneficiario del reddito di cittadinanza. Questa mattina è stato processato per direttissima in tribunale a Savona. Il suo arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto per l’imputato la misura degli arresti domiciliari. Vista la richiesta di termini a difesa del legale di Bozzoni il processo riprenderà il prossimo 27 settembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.