IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, polemica sulla multa al turista disabile: botta e risposta tra Meetup e sindaco foto

Sono ancora in corso verifiche sull'interpretazione normativa

Ceriale. Dopo la polemica sul turista disabile multato a Ceriale è botta e risposta tra il Meetup Ceriale in MoVimento e l’amministrazione comunale. Il caso era stato sollevato dopo una sanzione da parte dei vigili urbani per l’auto che era stata parcheggiata davanti alla stazione, ma in un parcheggio per residenti. “La famiglia possiede un pass per disabili europeo che consente, in mancanza di posteggi appositi, di posteggiare anche nei parcheggi per residenti” era stata la protesta sollevata nei giorni scorsi.

In realtà non è così in quanto dipende da comune a comune (LEGGI QUI).

A Ceriale non esiste un regolamento in tal senso, di conseguenza gli agenti hanno applicato il codice della strada (certamente troppo alla lettera, magari…).

Sull’episodio è arrivata la stoccata del Meetup Ceriale in MoVimento: “Il sindaco perché non provvede celermente a fare ciò che avrebbe già dovuto e cioè un piano del traffico e delle soste studiato e non buttato lì a caso? Che modifichi il regolamento aumentando gli stalli di sosta riservati ai disabili o che permetta agli stessi di sostare negli stalli riservati ai residenti. Non possono che lasciare sgomenti le dichiarazioni del sindaco in merito alla vicenda del turista multato perché sostava in uno stallo riservato a residenti, ancorché munito di tagliando disabili. E’ responsabilità di questa compagine politica aver gettato nel caos la viabilità cerialese e scaricarla sugli agenti di Polizia Locale è scorretto, irrispettoso e poco serio, che si assumano la piena responsabilità di questa mala getione del paese senza scaricarla su chi non ha colpe!”.

“Mentre scaricano le colpe sulla Polizia Locale propagandano una pianificazione dell’intervento che non c’è mai stata! L’asfaltatura è avvenuta a metà Giugno e l’ordinanza per rifacimento della segnaletica (solo per gli stalli disabili in una piccola parte dell’area asfaltata) è stata firmata alle 8.56 della stessa giornata in cui è stato sollevato il caso del turista disabile multato”.

E ancora: “Se fosse stato un intervento programmato perché emettere l’ordinanza proprio di domenica mattina? E se è un intervento programmato perché non rifare la segnaletica in tutta l’area ma guarda caso solo per i disabili dopo l’uscita dell’articolo sul quotidiano? La verità è che non c’è nessun atto di indirizzo in cui si possa evincere tale pianificazione e dalla cronologia dei fatti è evidente che non si tratta di un intervento programmato. D’altronde tutta l’attività da inizio mandato è improntata “alla giornata” senza pianificazione alcuna”.

“Il contrassegno invalidi non consente la sosta negli stalli riservati ad altre categorie di veicoli, quindi se l’agente “inesperto” ha applicato correttamente la norma, come avrebbe agito un agente “esperto”? E poi ancora “faremo di tutto per togliere la multa”, cosa significa? Le multe o si pagano o si impugnano nelle sedi opportune, non ci sono altre strade legittime”.

“Ci auguriamo che quanto riportato sia stato frutto di un fraintendimento tra il sindaco e gli organi di stampa e non un tentativo di screditare l’ottimo lavoro svolto dagli agenti di polizia locale e tantomeno di fare pressioni sul comandante, che fortunatamente sappiamo essere corretto e responsabile. Un sindaco non si dovrebbe mai permettere di rilasciare dichiarazioni irresponsabili ed inopportune che minano la credibilità e sminuscono l’operato degli agenti del comando di polizia locale a cui esprimiamo piena solidarietà per l’affronto ricevuto da chi invece dovrebbe tutelarli” conclude il Meetup cerialese.

Alle accuse sollevate è arrivata a stretto giro la secca risposta del sindaco di Cerial Luigi Romano: “Credo che il Meetup viva in una realtà diversa da quella che è Ceriale oggi. Più che un attacco politico mi pare un attacco dovuto a coinvolgimenti di carattere personale e questo, probabilmente, annebbia un pò le idee a chi lancia accuse assurde, tant’è che si fa un pò di confusione tra piano del traffico, stalli di sosta riservati ai disabili e soste su stalli riservati a residenti”.

“Quanto afferma il Meetup è falso: non ho mai fatto nessuna specifica accusa nei confronti della polizia locale: l’agente che ha redatto il verbale lo ha fatto dovendo “interpretare” la normativa, molto nebulosa e, di conseguenza, stiamo chiedendo un parere al Prefetto” aggiunge il primo cittadino cerialese.

“Lo stesso passaggio “… faremo il possibile per togliere la multa…”, peraltro non riportato nei termini esatti da me espressi, fa proprio riferimento al parere che gli uffici della polizia municipale stanno richiedendo al Prefetto sulla questione. Non c’è mai stata ne ci sarà mai da parte mia una minima pressione o interferenza nelle competenze specifiche del comando che gode del mio grande rispetto e della massima autonomia di azione”.

“Un piccolo inciso sui parcheggi per disabili: vorrei ricordare a tutti che sul nostro territorio il numero di stalli riservati sono oltre il doppio di quanto richiesto per legge, quindi anche il Meetup si informi prima di fare certe affermazioni. Ritengo pertanto le accuse mosse estremamente in malafede. Chi rappresenta il Meetup a Ceriale sa che il mio ufficio è sempre aperto a tutti e se ritiene di dover muovere qualche osservazione sul mio comportamento può farlo anche di persona” conclude il sindaco Romano.

E anche il vice sindaco Luigi Giordano precisa: “I tre stalli per disabili erano già stati programmati quando sono stati tolti dalla zona di villa Iolanda per consentire i lavori di demolizione dell’ex hotel Torelli: per questo sono davvero pretestuose e prve di fondamento le accuse del Meetup, in quanto la sostituzione dei parcheggi era stata pianificata a suo tempo”.

“Certe polemiche sono davvero inutili e non fanno che danneggiare il paese” conclude Giordano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.