IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campionato europeo a squadre: Luminosa Bogliolo la migliore, oggi la finale

L'alassina non delude e tra le dodici atlete in gara segna il miglior tempo. Oggi proverà a portare all'Italia i 12 punti del successo

Alassio. Sole, temperatura poco superiore ai 20 gradi, vento leggero: condizioni atmosferiche pressoché ideali a Bydgoszcz, in Polonia, nelle tre giornate della finale Super League del campionato europeo a squadre. Si assegna il trofeo che fu un tempo la Coppa Europa ideata da Bruno Zauli, e che dell’idea originaria, tra modifiche ed il nuovo format nato nel 2009 (con 12 formazioni in campo, uomini e donne a comporre una sola classifica), mantiene il confronto tra squadre che tante straordinarie pagine di atletica leggera ha contribuito a scrivere nell’arco di decenni.

boglioo

L’edizione 2019 ha un significato particolare: il format sta per cambiare di nuovo, con il ritorno (dal 2021) alle finali a 8 squadre, e ciò vuol dire che quest’anno retrocederanno in First League ben cinque team. Lotta serrata in testa e in coda, per tre giorni emozionanti, sulla strada che porta al Mondiale di Doha.

Comincia a diventare difficile trovare nuovi aggettivi per Luminosa Bogliolo. La ligure non perde un colpo, e anche a Bydgoszcz, dove andava a caccia dell’ennesima conferma sotto i 13″, oltre che dei primi confronti diretti al vertice continentale, finisce col richiamare l’attenzione generale. La qualificazione alla finale di domenica arriva, malgrado qualche piccola sbavatura nella fase centrale, con il miglior tempo complessivo, un 12″83 (+0.3) che ne conferma la statura europea; la polacca Koleczek è battuta (12″85) nello spalla a spalla, la tedesca Roleder, una dal palmarès lungo un paio di pagine, vince l’altra batteria ma non va oltre i 13″04.

Oggi pomeriggio appuntamento con la finale; un esame di maturità, letto in chiave Bogliolo. “L’obiettivo era battere la polacca in casa – le parole dell’azzurra – ed è stato centrato. Sono partita bene e non ho corso al meglio negli ultimi ostacoli, ma mi sentivo davanti e non ho voluto forzare più di tanto. Un tempo tra 12″80 e 12″85 ormai arriva sempre, che io sbagli o che non sbagli. Bisogna capire quando riuscirò a trovare la gara perfetta. Magari già dalla finale di domenica”.

Appuntamento con la finale 100 ostacoli alle ore 15,40. In classifica l’Italia è terza e Luminosa, contribuendo con i 12 punti in palio per la vincitrice, aiuterebbe la squadra azzurra nel difficile tentativo di mantenersi sul podio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.