IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Addio a Nadia Toffa: nel 2016 la “iena” era stata a Balestrino per una delle sue inchieste

Nel servizio, “Consigli maligni di una showgirl”, parlava proprio di cancro nel raccontare i riti anti chemio

Balestrino. Dopo una lunga battaglia contro il cancro si è spenta, a soli 40 anni, Nadia Toffa, storica conduttrice e inviata de “Le Iene”. Ad  annunciarlo, nella mattinata odierna, è stato lo staff della trasmissione tv con un post commovente sulle proprie pagine social.

Brigliadori balestrino

Proprio in veste di “iena”, Nadia fece anche tappa, domenica 25 settembre 2016, in Riviera, per una delle inchieste tra le più seguite e chiacchierate del programma targato Mediaset, incentrata proprio sul tema del cancro.

Il servizio è intitolato “Consigli maligni di una showgirl”. In quei giorni, Eleonora Brigliadori, attrice e conduttrice televisiva (con cui Nadia ingaggiò una lunga “battaglia”), convinta sostenitrice dell’inutilità della chemioterapia, organizzò uno dei suoi “riti sacri” nel ponente savonese. 

Brigliadori balestrino

Nell’occasione, colpì con uno schiaffo al volto e minacciò con un bastone la “iena” Toffa, proprio sotto il cartello con la scritta “Balestrino”. Un servizio, incentrato su una tematica delicata e sempre più di attualità e unito alle immagini forti, che fece molto discutere.

Questo il commovente messaggio apparso in mattinata sulla pagina ufficiale Facebook de ‘Le Iene’: “Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi. Il destino, il karma, la sorte, la ‘sfiga’ ha deciso di colpire proprio te, la nostra Toffa, la più tosta di tutti”.

“Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta: il cancro. Non ci resta che sperare che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto. Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso potrebbe consolarci. Niente per noi sarà più come prima”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.