IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

“Ad un mese e mezzo dalle elezioni”: l’analisi di Mary Caridi

Le riflessioni dopo le elezioni amministrative nella città delle Torri

Più informazioni su

A bocce ferme, ad un mese e mezzo dalle elezioni amministrative con un nuovo sindaco insediato a palazzo comunale è possibile analizzare ed osservare quanto la geografia politica nella città di Albenga abbia subito profonde variazioni. La fotografia restituisce l’immagine di una città divisa in due.

L’alleanza del centro sinistra con il centro destra di Di Stilo, Vannucci e Pollio, ex componenti dell’amministrazione Guarnieri inseriti e premiati con un assessorato, ormai parte integrante della maggioranza di csx, un movimento cinque stelle ininfluente e senza rappresentanza in consiglio comunale e un’ opposizione alle prese con lo chock della sconfitta. Una lega ai massimi storici e forza italia in fase di decomposizione a livello nazionale dovranno rappresentare la metà dell’elettorato e lo dovranno fare ricomponendo fratture e nervosismi difficili da superare, dovendo ricostruire il campo da cui ripartire per attraversare attrezzati il deserto dei cinque anni di opposizione e preparandosi a sfidare questa maggioranza.

E il pd? Scomparso dai radar durante le elezioni con la rinuncia al proprio simbolo sulla scheda elettorale, in nome della “santa alleanza” avrà metabolizzato quello che è accaduto? I militanti e simpatizzanti avranno discusso ed elaborato questa novità? Ci sono strade senza ritorno percorse in nome della vittoria alle elezioni amministrative che non possono però non lasciare conseguenze politiche, al momento non leggibili nelle ricadute sul partito e sul futuro consenso, e tutto questo ad un anno dalle regionali.

La fusione a freddo tra csx e cdx è un laboratorio politico o un “incidente del destino” destinato ad essere un caso isolato o lascia prevedere che a sinistra tutti i tabù sono svaniti, le ideologie sparite e l’identità della sinistra è un reperto storico per nostalgici al tempo della politica dei selfie e dei tweet.

Mary Caridi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.