IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“A me questo piace, ma in Italia è un miraggio”: da Barcellona il nuovo post di Battelli contro i balneari

L'onorevole dei 5 Stelle nuovamente all'attacco sulla gestione del comparto balneare: "Qui affittano lettini e ombrelloni solo a chi li vuole, il resto è spiaggia totalmente libera"

Barcellona. Dalla spiaggia di Varazze a quella di Barcellona, ma il leitmotiv resta lo stesso: manifestare la propria contrarietà all’attuale sistema di gestione del comparto balneare. Il portavoce e tesoriere alla camera dei deputati del Movimento 5 Stelle Sergio Battelli continua a lanciare stoccate ai balneari e stavolta lo fa postando una foto su instagram direttamente dalla città catalana.

“Spiaggia di Barcellona: ‘chiringuito’ a perdita d’occhio per chilometri. Strutture esili e facilmente removibili, affittano lettini e ombrelloni solo a chi li vuole, il resto è spiaggia totalmente libera. Ci sono tantissime docce gratuite, c’è la raccolta differenziata gestita dal Comune, campi da beach volley, palestre e percorsi educativi, servizi igienici, servizio di salvataggio in mare, pulizia ovunque. Ovviamente questa offerta piace a residenti e turisti che, in questi giorni, prendono d’assalto la costa” scrive Battelli.

“A me questo tutto questo piace e a voi? Peccato che in Italia sia un miraggio… Guai a toccare le concessioni perché partono le rivolte. Spiagge libere quasi inesistenti, sporche e prive di servizi e dignità. A qualcuno piace chiamarle ‘le spiagge dei poveracci’. Io, invece, credo che siano le spiagge di tutti noi, splendide e libere. Un diritto per il quale continuerò a battermi dentro e fuori dal Parlamento. Buon sabato a tutti voi!” conclude Battelli.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Spiaggia di Barcellona: “chiringuito” a perdita d’occhio per chilometri. Strutture esili e facilmente removibili, affittano lettini e ombrelloni solo a chi li vuole, il resto è spiaggia totalmente libera. Ci sono tantissime docce gratuite, c’è la raccolta differenziata gestita dal Comune, campi da beach volley, palestre e percorsi educativi, servizi igienici, servizio di salvataggio in mare, pulizia ovunque. Ovviamente questa offerta piace a residenti e turisti che, in questi giorni, prendono d’assalto la costa. A me questo tutto questo piace e a voi? Peccato che in Italia sia un miraggio… Guai a toccare le concessioni perché partono le rivolte. Spiagge libere quasi inesistenti, sporche e prive di servizi e dignità. A qualcuno piace chiamarle “le spiagge dei poveracci”. Io, invece, credo che siano le spiagge di tutti noi, splendide e libere. Un diritto per il quale continuerò a battermi dentro e fuori dal Parlamento. Buon sabato a tutti voi!

Un post condiviso da Sergio Battelli (@sergiobattelli) in data:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.