IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tragedia in porto a Savona, il cordoglio della giunta regionale: altri commenti politici

“Urgente e indispensabile che il tema della sicurezza sul lavoro diventi prioritario nell’agenda di governo”

Savona. Il presidente Giovanni Toti e la giunta regionale esprimono il cordoglio della Regione Liguria per la morte dell’operaio avvenuta oggi nel Porto di Savona.

“Siamo vicini alla famiglia e ai colleghi della vittima, a cui va il nostro cordoglio. In attesa che si chiariscano le cause di questo tragico decesso, è urgente e indispensabile che il tema della sicurezza sul lavoro diventi prioritario nell’agenda di governo”, hanno fatto sapere attraverso una nota ufficiale.

Su questo punto, la vicepresidente e assessore alla Sicurezza Sonia Viale rende noto che “sul posto del tragico incidente sono già presenti gli operatori dello Psal della Asl2, che sono a disposizione e collaborano con Capiteneria di Porto, Polizia Marittima e Autorità giudiziaria”.

“Sul tema della sicurezza sul lavoro – ricorda ancora Viale – Regione Liguria e Alisa hanno lavorato per una sempre maggiore omogeneità dei controlli, avviando piani mirati di prevenzione in collaborazione con altri enti tra cui la capitaneria di porto e che lo scorso anno hanno riguardato i porti e i porticcioli turistici. Forte è stato l’impegno anche sulla formazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e per il potenziamento degli organici delle Psal”.

“Sgomento e dolore per questa tragedia. Esprimo cordoglio per la morte sul lavoro dell’operaio deceduto oggi in porto a Savona e vicinanza alla famiglia della vittima” ha dichiarato il vice capogruppo regionale Paolo Ardenti.

“Occorre – ha aggiunto Ardenti – che si chiariscano al più presto le cause di quanto accaduto. Le morti sul lavoro sono inaccettabili.

“Regione Liguria è sempre impegnata, per quanto di competenza, sul tema della sicurezza sul lavoro che per noi è prioritario, anche attraverso piani mirati di prevenzione in collaborazione con altri enti sul territorio tra cui la Capitaneria di porto, la formazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e per il potenziamento degli organici delle Psal” conclude.

“Ai famigliari e ai colleghi del marinaio tragicamente deceduto oggi mentre lavorava sulla nave ‘Ilektra’, esprimiamo la nostra vicinanza. In attesa che la Guardia Costiera e le forze dell’ordine facciano luce sulla dinamica del fatale incidente, richiamiamo nuovamente l’attenzione sulla sicurezza sul lavoro. Le parti interessate, si attivino per implementare i controlli, affinché vicende come questa occorsa oggi non si ripetano più. Non è accettabile perdere la vita nello svolgimento delle proprie mansioni”. Così il MoVimento 5 Stelle Liguria.

“Un altro incidente sul lavoro, un’altra tragica morte di un operaio. Questa volta è successo nel porto di Savona, a bordo di una nave ormeggiata negli Alti Fondali. Oltre ed esprimere il nostro cordiglio e la nostra vicinanza alla famiglia della vittima, chiediamo con forza che la sicurezza nei posti di lavori diventi finalmente una priorità della politica, a tutti i livelli – afferma il gruppo Pd in Regione -. Le morti bianche in questo Paese sono in continuo aumento e la crisi ne è un fattore determinante. Purtroppo nell’ultima legge di bilancio del Governo c’è stato un taglio di circa mezzo miliardo in tre anni ai fondi che servono a incentivare gli imprenditori a migliorare la sicurezza sul posto di lavoro”.

“Anche a livello locale le istituzioni possono fare molto per evitare che assurde tragedie come questa si ripetano. Su nostra proposta e di comune accordo con tutte le forze politiche abbiamo avviato in Commissione una serie di audizioni proprio sul tema della sicurezza e della prevenzione degli incidenti sui posti di lavoro, con l’obiettivo di migliorare l’attuale sistema anche sul fronte dei controlli. Non è una questione di schieramento politico: serve un impegno unanime, bipartisan e trasversale per migliorare le condizioni di lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.