IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Servizio idrico, M5S: “Via libera al piano infrastrutture, si potrà intervenire sulle emergenze liguri”

Soddisfazione del capogruppo In Regione Alice Salvatore: "Restyling di Impianti e tubature vetuste"

Liguria. “Pienamente operativo (è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 168 del 19 luglio scorso) il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che istituisce il fondo di garanzia dello Stato per gli investimenti sulle infrastrutture idriche. Un provvedimento a lungo atteso, determinante per la realizzazione delle opere necessarie a contrastare i frequenti fenomeni di siccità che interessano vaste aree del territorio nazionale”, fa sapere la capogruppo regionale Alice Salvatore.

Che poi riporta quanto diramato da una nota ministeriale: “Il Decreto crea uno specifico fondo di garanzia istituito presso Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che supporterà, oltre agli investimenti per le infrastrutture del servizio idrico integrato, come le reti acquedottistiche o gli impianti fognari e di depurazione, anche quelli riguardanti le dighe, con priorità per quelle destinate all’uso potabile e plurimo. Sono contemplati pure gli interventi previsti dal Piano nazionale nel settore idrico, sia della sezione ‘invasi’ – già adottato lo scorso 17 aprile 2019 – sia degli acquedotti, di prossima adozione. La garanzia dello Stato è prevista anche per quelle opere destinate all’uso potabile che, pur non ricadendo nel Piano, rispondono ai criteri previsti dal decreto; quindi pure quelle non ancora finanziate e avviate, ma necessarie all’adeguamento delle infrastrutture idriche ai parametri di qualità tecnica fissati da Arera”.

“Sarà infatti la stessa autorità a definire le modalità di accesso al fondo e, insieme ai Ministeri coinvolti nel processo (ovvero i Ministeri dell’Economia e finanze, Infrastrutture e trasporti, Ambiente e Sviluppo economico), a valutare il rischio delle proposte da ammettere al beneficio del credito”.

“Grazie al Governo e al Ministro 5 Stelle Toninelli, dunque, ora anche la Liguria, e in particolare l’imperiese e il savonese come ampiamente riportato dai quotidiani, potrà risolvere le sue non poche emergenze idriche. Criticità dovute per lo più alla cattiva manutenzione delle tubature, cui in questi 4 anni la Giunta Toti e l’assessore competente Giampedrone non hanno mai provveduto, salvo correre ora ai ripari con una legge regionale d’urgenza”, conclude Salvatore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.