IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, sulla Torretta ci sarà una targa dedicata al comandante Giuseppe Aonzo foto

In occasione del 101° Anniversario dell’Impresa di Premuda, la Famiglia Grillo/Aonzo ed il Gruppo Anmi di Savona scopriranno una targa in ceramica realizzata dalla Ditta Ernan di Albisola

Savona. Una targa dedicata al comandante Giuseppe Aonzo, eroe di Premuda e decorato con una Medaglia d’Oro al Valor Militare. E’ quella che sarà inaugurata sabato 6 Luglio con una cerimonia che si terrà alle 10 presso la Torre Leon Pancaldo “Torretta” di Savona.

Aonzo (Savona 24 maggio 1887/1 gennaio 1954) ha ottenuto la massima Onorificenza Militare in seguito all’azione di Premuda del 10 giugno 1918 quando al Comando del MAS 21, insieme al MAS 15 sul quale navigava il Comandante della sezione CC Luigi Rizzo, attaccò la flotta Austriaca che cercava disperatamente di sfondare il blocco sul Canale d’Otranto per interrompere quell’isolamento che portò alla capitolazione dell’Austria Ungheria il successivo 4 novembre 1918.

In occasione del 101° Anniversario dell’Impresa e dei festeggiamenti ufficiali offerti all’epoca dal Comune all’Eroe ritornato in Città per la Sua prima licenza, la Famiglia Grillo/Aonzo ed il Gruppo Anmi “Vanni Folco” di Savona scopriranno una targa in ceramica realizzata dalla Ditta Ernan di Albisola con disegno realizzato dalla signora Alida sotto la sapiente guida di Tino Canepa. L’opera (delle dimensioni 60×60 cm) sarà posizionata a fianco della porta di accesso della Torretta, dagli anni 90 Sede dei Marinai Savonesi.

“Raffigura il MAS21 all’interno di un perimetro formato dal disegno di una ‘cima marinara intrecciata’ contenente la Motivazione della MOVM ed un ‘ritratto’ del Comandante scritto dal grande giornalista Annibale Grasselli-Barni. Ai quattro angoli i simboli della Città di Savona, della Marina Militare, della Associazione Nazionale Marinai d’Italia e della Capitaneria di Porto / Guardia Costiera. Al centro il testamento spirituale del Comandante Aonzo, parole che il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio Valter Girardelli ha scandito a voce alta e con solennità il giorno del Varo della FREMM ‘Spartaco Schergat’, Unità Navale che ha avuto la figlia D.ssa Rosa Anna Aonzo (Socio Onorario del Gruppo ANMI di Savona) come Madrina lo scorso 26 gennaio a Riva Trigoso. Il GM Giuseppe Aonzo ed il Maggiore dell’Esercito Francesco Mignone, furono gli unici due savonesi insigniti di MOVM della Grande Guerra; la Marina Militare nei 4 lunghi anni di Guerra ne concesse solo 22, il nostro Concittadino Aonzo fu uno di quelli. Molti savonesi pensano che la via Aonzo, che unisce Via Paleocapa alla Piazza del Duomo, sia dedicata al prode marinaio; essa invece è intitolata al giovane medico Ambrogio Aonzo (1869/1910) che intraprese la carriera come un apostolato ricoprendo anche la carica di Consigliere Comunale. L’immatura scomparsa avvenuta a soli 41 anni fu un vero lutto cittadino e la Città volle dedicargli quella via nel Centro Storico” spiega il presidente del gruppo Anmi di Savona Luca Ghersi.

“E’ quindi a causa di questa omonimia che il Marinaio Aonzo non è inserito nella toponomastica cittadina, ma nonostante ciò è ricordato sia in Città che fuori Provincia da oltre 90 anni con opere o avvenimenti: 1927 Istituto Nautico Piazza Cavallotti a Savona – Targa bronzea realizzata dalla savonese Renata Cuneo nelle fonderie di Legino con il bronzo della Corazzata Austriaca Tagethoff, inaugurata alla presenza del Grande Ammiraglio Paolo Thaon di Revel, del Comandante Rizzo e di tutte le Autorità dell’epoca; 1968 Vasi del Confuoco, dipinti da Raimondo in ricordo del 50° anniversario dell’Impresa; 2007 Intitolazione della Caserma della Capitaneria di Porto / Guardia Costiera di Savona con decreto del Ministro della Difesa on. Arturo Parisi; 2013 Posa del busto bronzeo, realizzato dall’artista Anna Matola, lungo il Viale dei Pini all’interno dell’Accademia Militare Navale di Livorno: i giovani allievi e tutti coloro che entrano nell’interno dell’Istituto di Formazione, il primo volto che incontrano è quello del savonese Giuseppe Aonzo (la Cerimonia di inaugurazione fu celebrata il 10 giugno 2013 alla presenza dell’allora Comandante dell’Accademia Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone che dallo scorso 21 giugno ha assunto l’incarico di Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana); 2015 Posa del busto di gesso al Museo degli amici dell’Istituto Nautico in Piazza Cavallotti, istituto che il giovane Aonzo ha frequentato durante gli anni di studio; 2015 Posa del busto di terracotta al Museo Tecnico Navale presso l’Arsenale Marina Militare di La Spezia; 2018 Vasi del Confuoco, realizzati dalla ditta Ernan in ricordo del 100° anniversario dell’Impresa; 2019 come già ricordato, la figlia Rosa Anna Aonzo Madrina del Varo della nuova FREMM (Fregata Europea Multi Missione ) Spartaco Schergat” aggiunge il presidente dei marinai savonesi.

“Questa nuova iniziativa è un ulteriore passo per far conoscere al grande pubblico questo ‘Eroe silenzioso’ che ha sempre preferito i fatti alle parole; un personaggio ammirato da tutta la Marineria Italiana ed internazionale. Durante la Cerimonia di sabato sarà annunciata una nuova ed importante iniziativa riguardante il nome di Aonzo e la Città di Savona” conclude il Presidente Luca Ghersi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.