IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Oss in visita in Regione, Ardenti (Lega): “Chi lavora, studia o risiede in Liguria può accedere a nuovo elenco regionale”

“Verrà aggiornato ogni 6 mesi e, attraverso controlli periodici, sarà verificata validità delle iscrizioni”

Regione. “A seguito della delibera della giunta regionale, varata il 19 luglio scorso, da ieri gli Operatori socio sanitari della Liguria hanno a disposizione la modulistica necessaria per l’iscrizione all’Elenco regionale degli OSS”.

Ad affermarlo, Paolo Ardenti, vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria – Salvini, a margine della visita di alcuni rappresentanti degli OSS, che questa mattina si sono recati in Regione e hanno “ringraziato l’assessore alla Sanità Sonia Viale per il proficuo lavoro e il risultato raggiunto”.

Ulteriori informazioni e la modulistica necessaria per l’iscrizione all’elenco sono state pubblicate sul sito web di Regione Liguria.

“Ricordo, – ha proseguito Ardenti, – che il consiglio regionale aveva approvato un mio emendamento che prevede la possibilità di domanda di inserimento nell’elenco solo a coloro i quali, alternativamente, abbiano acquisito il titolo in Liguria, prestino attività lavorativa sul nostro territorio o siano residenti nella nostra regione”.

“Ringrazio i componenti del Comitato tecnico scientifico OSS Liguria e in particolare il presidente Massimiliano Margiotta, che ha fortemente voluto la legge costitutiva dell’elenco e degli enti accreditati per la formazione in ambito ligure”.

“L’iscrizione è volontaria e non costituisce un requisito per l’esercizio della professione. Per effettuarla è necessario essere in possesso dell’attestazione di Operatore socio sanitario, conseguita a seguito di corso di formazione presso un soggetto accreditato secondo quanto previsto dalla normativa statale e regionale”.

“Ai fini dell’iscrizione nell’elenco, occorre quindi presentare un’autocertificazione che attesti il titolo abilitante, la dichiarazione relativa alla denominazione dell’istituto in cui il titolo è stato conseguito e, per il titolo acquisito all’estero, la dichiarazione di valore in Italia”.

“L’elenco verrà aggiornato ogni sei mesi e, attraverso controlli periodici, sarà verificata la validità delle iscrizioni. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è stato fissato per il 31 ottobre 2019”, ha concluso Ardenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.