IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedale San Paolo, dall’Asl2 via libera alla procedura per l’acquisto di un nuovo angiografo

L'importo complessivo è di circa 520 mila euro più IVA e costi di manutenzione.

Savona. L’Asl2 savonese ha deliberato la procedura di affidamento per la fornitura “chiavi in mano” di un sistema angiografico di tipo fisso monoplanare multidisciplinare (cardiologico, radiologico e vascolare) per l’ospedale San Paolo di Savona.

La copertura finanziaria per l’acquisto dell’apparecchiatura si basa sulla deliberazione della giunta regionale, che ha autorizzato il finanziamento per la sostituzione dell’angiografo attualmente in uso; per la parte residua si ricorrerà a risorse aziendali. L’importo complessivo è di circa 520 mila euro più IVA e costi di manutenzione.

“Questo intervento rappresenta sicuramente un grande sforzo non soltanto finanziario, ma coinvolge anche le professionalità sanitarie, tecniche ed amministrative della nostra azienda, impegnate a garantire una risposta appropriata e tempestiva alle necessità di urgenza/emergenza dei cittadini savonesi e non solo, senza dover procedere al trasferimento di pazienti in altri presidi – spiegano dall’Asl2 savonese – L’ospedale San Paolo di Savona sede di Dea di primo livello rappresenta infatti, nel territorio della nostra provincia, uno dei presidi ospedalieri con maggior bacino d’utenza dove operano specialisti che sono diventati punto di riferimento per procedure diagnostiche e terapeutiche di tipo cardiologico, radiologico e vascolare in situazioni di emergenza/urgenza e di elezione in grado di soddisfare a 360° i bisogni della popolazione con la nuova tecnologia che verrà acquisita”.

“Il rinnovo del parco tecnologico degli ospedali liguri – afferma la vicepresidente e assessore alla sanità di Regione Liguria Sonia Viale – è assolutamente strategico per questa amministrazione regionale. L’acquisto di nuove apparecchiature è inserito in un percorso predisposto insieme ad Alisa sulla base delle indicazioni ministeriali che prevedono la valutazione di alcuni parametri tra cui, ad esempio, la vetustà o frequenza dei guasti. L’acquisto dell’angiografo rientra in questo programma, realizzato con risorse frutto dell’azione di efficientamento realizzata da Alisa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.