IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La carica dei savonesi a sostegno di Toti: grande entusiasmo da Vaccarezza, Olivieri, sindaci e amministratori locali fotogallery

Promossa la proposta delle primarie: "Giusto che le scelte vengano dal basso. Oggi si deve iniziare a scrivere un'altra storia, modello ligure da esportare a livello nazionale"

Roma. Entusiamo. E’ questo il sentimento che domina tra i politici savonesi che oggi pomeriggio hanno partecipato al teatro Brancaccio di Roma alla convention organizzata dal governatore della Liguria Giovanni Toti, evento durante il quale è stata lanciata l’idea di fare le primarie anche nel centrodestra.

“Le sensazioni che portiamo a casa sono ottime. Non si respirava un’aria così da un po’. Qualche volta siamo venuti a Roma per le chiamate di Silvio Berlusconi, adesso era da tempo che non si vedeva tanta gente e tanto entusiasmo e voglia di partecipare. Credo che Giovanni Toti oggi sia stato bravissimo: ha fatto esattamente quello che i militanti del centrodestra si aspettavano da lui. E’ stato determinato, fermo, aperto alla storia del nostro partito che speriamo continui, ma con la costruzione di un soggetto politico più ampio nel quale non rinneghiamo le nostre radici e in cui accogliere chi in questi anni ci ha girato le spalle facendo diventare Forza Italia un prodotto residuale del panorama politico italiano” il commento a caldo del capogruppo regionale di Forza Italia Angelo Vaccarezza.

“Primarie? Pensavo di candidarmi perché avrei battuto Toti, ma ho deciso di non farlo” scherza Vaccarezza che, tornando serio, osserva: “Credo che sia arrivato il momento per farle e i nostri elettori, abbandonandoci, ce lo hanno dimostrato. Toti ha fatto un esempio bellissimo dicendo ‘le persone che erano con noi sono andate via e hanno trovato casa altrove, noi possiamo anche promettergli che questo sia il condominio più bello, ma se loro pagano la quota e non partecipano mai all’assemblea per nominare l’amministratore allora non possiamo chiedergli di tornare. E’ finito un periodo importante, durato 25 anni, Berlusconi con Forza Italia ha scritto la storia politica di questo paese, ma oggi dobbiamo scriverne un’altra. E’ un discorso partecipativo: tornare a parlare con la gente che ci ha votato, uscire dai salotti dove i dirigenti autoreferenziali si dividono i tre posti rimasti pensando che uno tocchi a loro. Noi siamo quelli che vanno in campagna elettorale, chiedono le preferenze e si confrontano con la gente: vogliamo un partito che sia uguale”.

Valutazione positiva per il percorso iniziato oggi a Roma anche da parte del presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri: “E’ un’iniezione di fiducia, di condivisione e come ha detto Toti, di entusiasmo. Credo che sia il momento di cambiare marcia, velocità e oggi abbiamo sentito in un contesto particolare un momento di inizio, di confronto con tanti amministratori e persone che hanno voglia di impegnarsi. In una scelta di politica di questo tipo, le aziende, i territori, i lavoratori e le famiglie possono trovare quei valori liberali, cristiani e moderati che si richiedono”

Soddisfatto per l’esito della manifestazione anche il sindaco di Borghetto Giancarlo Canepa: “E’ stata una bella giornata in cui è stata lanciata una proposta molto interessante. Un contenitore che è aperto a tutti a chi ha una tessera e chi no come me. Noi siamo una lista civica, ma il progetto ci piace e soprattutto ci piace sentire parlare di primarie perché è giusto che le proposte partano sempre dal basso. Troppo spesso siamo stati abituati a ricevere proposte che provenivano dall’alto e questa ipotesi di cambiamento ci piace moltissimo”.

Parole a cui fanno eco quello del sindaco di Loano Luigi Pignocca: “Direi che le sensazioni sono buone. Quello che abbiamo sempre auspicato era di avere una maggiore democrazia all’interno del partito. Ci potranno essere delle scelte operate con primarie aperte da parte del popolo”.

“Credo che la convention di oggi abbia segnato un importante appuntamento. Io volevo partecipare per ascoltare direttamente le scadenze del suo programma e quella delle primarie è certamente un’ottima opportunità perché ci permetterà finalmente di scegliere i nostri coordinatori regionali, provinciali e di conseguenza quelli locali” il commento del consigliere provinciale e comunale Eraldo Ciangherotti.

Felice per la sua “prima” in un evento di questo genere anche il consigliere provinciale Luana Isella: “Oggi per me è stata la prima volta ad una convention e non poteva essere un battesimo migliore perché qui si respirava un entusiasmo tale da far pensare di poter ritrovare quel centrodestra in cui tanti non si sono più riconosciuti e invece hanno voglia di ricostruire. Giovanni Toti sta esportando dalla Liguria a livello nazionale un modello che da noi ha funzionato tantissimo e che credo potrà traghettare tutte quelle persone che in questo momento sono smarrite e spaesate verso una concezione di centrodestra moderato e con idee di libertà. Sono venute fuori delle sensazioni positive, si è parlato di temi importanti come lavoro e famiglia per garantire un futuro migliore ai nostri figli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.