IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendio a Peagna, indagini dei carabinieri forestali: probabile origine dolosa fotogallery video

Questa mattina la bonifica dell'area boschiva colpita dalle fiamme: in fumo almeno 10 ettari

Ceriale. Sono almeno una decina gli ettari di superficie boschiva andati distrutti nella giornata di ieri nel corso del vasto incendio che ha interessato la valle Ibà, nella frazione di Peagna, nel territorio di Ceriale.

Nella tarda serata di ieri, grazie all’azione di un canadair che ha coadiuvato le squadre a terra, il rogo è stato definitivamente spento. Sul posto hanno operato dal pomeriggio di ieri quattro squadre dei vigili del fuoco insieme ai volontari della protezione civile e dell’anticendio boschivo. Le fiamme si sono rapidamente estesa in una vasta area di bosco, in una zona impervia e non facile per le operazioni di spegnimento.

Sono stati alcuni abitanti della frazione cerialese a segnalare per primi il fumo fuoriuscire dalla boscaglia e a dare l’allarme.

Questa mattina sono iniziate le operazioni di bonifica della superficie boschiva colpita dall’incendio: i carabinieri forestali si sono attivati per le indagini e i riscontri per capire l’origine delle fiamme. Stando a quanto trapelato in queste ore appare ormai certa la matrice doloso del rogo: gli accertamenti investigativi proseguono in queste ore.

Dure le parole del vice sindaco di Ceriale Luigi Giordano: “Se è doloso è un fatto veramente grave perché gli sciagurati o lo sciagurato che ne sono responsabili non sanno minimamente comprendere il danno che hanno arrecato ad una valle di una ricchezza unica in Liguria in termini di flora e fauna”.

Il vice sindaco cerialese, inoltre, questa mattina ha voluto ringraziare quanti hanno lavorato alle operazioni di spegnimento, finite solo in tarda serata dopo ore difficili: “A nome dell’amministrazione comunale un grazie di cuore ai vigili del fuoco, ai gruppi di protezione civile, ai volontari, ai piloti dei canadair, insomma a tutti, compresi i numerosi cerialesi e turisti che hanno prontamente segnalato l’incendio nella valle Ibà, scongiurando danni maggiori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.