Imprenditore arrestato dalla Finanza di Albenga per bancarotta fraudolenta - IVG.it
Maxioperazione

Imprenditore arrestato dalla Finanza di Albenga per bancarotta fraudolenta

Faceva fallire imprese nel settore abbigliamento: distratti beni per oltre 1,3 milioni di euro, sequestrato mezzo milione

finanza albenga

Albenga. La Guardia di Finanza di Albenga ha tratto in arresto, su disposizione del giudice delle indagini preliminari di Savona, un imprenditore cinquantenne del ponente savonese. L’uomo, secondo l’accusa, avrebbe fatto fallire di proposito tre aziende savonesi (attive tra Loano e Alassio) e una lombarda attive nel ramo dell’abbigliamento.

Il provvedimento restrittivo giunge infatti al termine di un’indagine a seguito condotta dalle Fiamme Gialle e coordinata dalla Procura della Repubblica di Savona, relativa al fallimento di quattro società. Quattro sono anche gli indagati: si tratta dei “prestanome” a cui le aziende erano intestate.

L’arrestato, secondo gli inquirenti, amministrava di fatto le società pur rimanendo formalmente estraneo alle stesse: dalle indagini è emerso che da quelle aziende sarebbero stati distratti ingenti capitali, oltre un milione e 300 mila euro, un’operazione giustificata contabilmente da transazioni commerciali tra le stesse imprese. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre mezzo milione di euro nella disponibilità dell’arrestato.

La Finanza ha inoltre perquisito le abitazioni dei quattro prestanome, che ora dovranno comparire davanti all’autorità giudiziaria savonese per bancarotta fraudolenta e documentale e per dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture relative ad operazioni inesistenti.

“Di fondamentale importanza – fanno sapere dal Comando ingauno – sono risultate le indagini bancarie, ormai strumento prevalente delle funzioni di polizia economico-finanziaria, nei confronti degli indagati già emersi a vario titolo nell’ambito delle procedure di adesione (‘voluntary disclosure’) e per capitali detenuti nel Principato di Monaco”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.