IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il mercato della Rocchettese prende il via: parola a Simone Ferrero

Ancora da sciogliere il nodo allenatore

Cairo Montenotte. La stagione della Rocchettese si è conclusa poco più di un mese fa con una salvezza agguantata all’ultimo respiro in casa della Nolese. Ora, però è tempo di lasciarsi il passato alle spalle e pensare alla prossima stagione, memori, però, di quanto accaduto, come emerge dalla parole del direttore sportivo Ferrero. Intanto, sotto l’omba del ponte romano, sono arrivati il centrocampista Paganelli, l’attaccante Lanteri e i portieri Giribone e Adosio.

Una stagione travagliata con soli 16 punti conquistati. Urge una rivoluzione?

“È stata in assoluto la stagione più travagliata che abbia vissuto da dirigente. Ciò nonostante, in passato abbiamo vissuto tempi assai più bui. Quello che è successo ha varie sfaccettature, abbiamo sicuramente sbagliato tutti. Dopo la stagione precedente terminata in zona play off, abbiamo pensato di alzare l’asticella. Abbiamo dato la possibilità alla Rocchettese di poter contare su alcuni giocatori di maggiore qualità. Ma tutto questo non è bastato, non c’è stata la giusta mentalità. A questo, si sono aggiunti poi gli infortuni e la necessità di cambiare allenatore in corsa. La squadra comunque non necessita di una rivoluzione. L’obiettivo è creare un gruppo forte che si identifichi con la nostra maglia e che sia pronto ad onorarla”.

Quali sono le caratteristiche dei giocatori che cercate?

“Le caratteristiche fondamentali più importanti di tutte sono qualità tecnica, spirito di squadra e capacità di aggregazione. Vogliamo persone capaci di dare il massimo per la nostra maglia”.

Avanti con mister Sonaglia?

“Sonaglia non è stato confermato al momento. Ci potrebbero essere varie problematiche lavorative che potrebbero portarlo lontano dal campo. Ci stiamo muovendo per poter garantire alla squadra un allenatore all’altezza del nostro obiettivo”.

Obiettivo stagionale?

“L’obiettivo principale è quello di ricreare l’ambiente giusto per poter lavorare bene con entusiasmo e determinazione. Per fare ciò servirà grande umiltà, spirito di sacrificio e duro lavoro. Ma sono certo riusciremo a raggiungere questo risultato. L’obiettivo sul campo sarà valutato in corso d’opera.

Un elemento importante della dirigenza come Michele Miraglia ha deciso di iniziare una nuova avventura, con l’Aurora…

“Nonostante alcune divergenze, io ho scelto col cuore di rimanere. Sebbene la mia testa dicesse altro. A Michele va il mio più grande in bocca al lupo, lo considero come un fratello. Rispetto la sua decisione ma non la condivido. Quest’anno mi dedicherò interamente al lato societario: spero che molti altri giovani appassionati continuino ad alimentare la nostra curva. Infine, un pensiero a colui che mi dà sempre l’energia per andare avanti nei momenti di difficoltà: Saffo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.