IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Furto in spiaggia ad Andora: condannato a 10 mesi

In manette era finito un 25enne marocchino che era stato identificato dai carabinieri

Più informazioni su

Andora. E’ stato processato per direttissima questa mattina Amine Mouhaim, il venticinquenne marocchino arrestato domenica ad Andora con l’accusa di aver rubato alcuni effetti personali dei bagnanti sulla spiaggia. L’uomo, che era difeso dall’avvocato Francesca Aschero, è stato condannato a dieci mesi di reclusione e 200 euro di multa, senza sospensione condizionale della pena, in rito abbreviato.

Al termine dell’udienza è tornato libero con una misura di obbligo di firma ad Imperia. Ad arrestare il marocchino, con precedenti e irregolare sul territorio italiano, erano stati i carabinieri della stazione di Andora allertati da una dlle vittime del furto che si è accorta di quanto successo. I militari si sono messi subito sulle tracce dello straniero riuscendo a bloccarlo poco dopo vicino ad un cassonetto dove stava “selezionando” la refurtiva (tra cui cellulari, soldi e alcuni indumenti).

A quel punto per lui sono scattate le manette, mentre tutto quello che era stato rubato è stato restituito ai legittimi proprietari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.