IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fughe e gare bocciate dal Tar, Pd all’attacco: “Accanimento terapeutico dell’assessore Viale sulla sanità ligure”

Polemica sulla riconferma di Locatelli a commissario straordinario di Alisa

Liguria. “Accanimento terapeutico dell’assessore Viale nei confronti della sanità ligure”. Così il gruppo Pd in Regione Liguria commenta la proroga dei direttori e commissari delle Asl liguri.

“Dopo i grandissimi successi di questi anni raggiunti dal commissario Locatelli – tra i quali ricordiamo il blocco dei lavori per il Felettino, la procedura di assegnazione per la privatizzazione degli ospedali di Cairo e Albenga bocciata dal Tar, le tre sconfitte al Tar sulla regressione tariffaria introdotta nei contratti del sociosanitario, l’aumento dell’Irpef per i redditi fino a 28 mila euro, il raddoppio delle fughe, i tagli al personale (Alisa ha dato seguito a un terzo delle assunzioni deliberate dalla Giunta), le totale incapacità di realizzare nuove Case della Salute, il caos nei pronto soccorso, l’emergenza caldo negli ospedali e da ultimo il contenzioso aperto con le pubbliche assistenze – troviamo perfettamente coerente che la Giunta regionale abbia deciso di assegnare allo stesso Locatelli, per la quarta volta consecutiva, il ruolo di commissario straordinario di Alisa”.

“Sarà a questo punto interessante conoscere le motivazioni che hanno spinto Toti e Viale a nominare per quattro anni un commissario invece di un direttore generale. Forse perché Locatelli, in quanto pensionato, non ha i requisiti di legge per fare il direttore. D’altra parte questo è il codice-Viale: l’assessore ligure ha inventato la stagione dei commissari non per far fronte a situazioni di emergenza, ma per nominare a un determinato ruolo chi non ha i titoli di legge per ricoprirlo” concludono i consiglieri Dem.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.