IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex Acna, mozione unitaria in commissione regionale: “Bonifica, controlli ambientali, risarcimento danni e rilancio produttivo” foto

Accolti gli emendamenti del consigliere Pd Righello: "Riapertura della conferenza dei servizi e inserimento nell'area di crisi complessa"

Cengio. La Commissione territorio e ambiente regionale ha approvato in maniera unanime la mozione unitaria relativa alle aree ex Acna di Cengio: sono stati accolti e inseriti nel documenti gli emendamenti proposti dal consigliere del Pd Mauro Righello, sottoscritti da tutto il gruppo Dem.

La mozione, che ora andrà al Consiglio regionale per l’approvazione conclusiva, pone una serie di paletti in termini di stabilizzazione, completamento della bonifica e del suo monitoraggio, oltre una serie di garanzie in tema ambientale.

Oltre a tali elementi gli emendamenti hanno evidenziato l’impegno che Regione Liguria deve mettere per richiedere al Ministero dell’Ambiente, nell’ambito della procedura di risarcimento del danno ambientale ai sensi dei legge per cui è pendente una causa civile avanti il Tribunale di Genova, un percorso transattivo in materia, attraverso l’individuazione delle misure di riparazione con la conseguente apertura di confronto con i Comuni interessati.

Inoltre, a sottoporre al Ministero dell’Ambiente la proposta di valutare una riapertura della conferenza dei servizi che coinvolga tutti gli Enti interessati per valutare il progetto di bonifica e messa in sicurezza, oltre all’impegno del Ministrero affinché Sindyal presidi in modo permanente il sito attuando gli opportuni monitoraggi ambientali, anche continuando a gestire l’impianto di depurazione delle acque civili senza oneri per la comunità di Cengio, Millesimo, Roccavignale e parte di Cosseria, così come stabilito dai Comuni con il Commissario straordinario Romano.

Ma Righello ed il gruppo PD hanno voluto ribadire la volontà di guardare al futuro produttivo dell’area inserita nella mappatura del decreto di area di crisi complessa del Savonaese, anche avviando un confronto pubblico, sul possibile ed auspicabile riutilizzo delle aree Acna, anche con comparazioni costi/benefici delle proposte avanzate e di quelle che potranno essere presentate, al fine di individuare la migliore soluzione per il rilancio dell’intera Val Bormida.

Inoltre il consigliere Dem ha già annunciato un ulteriore emendamento in consiglio relativo alle infrastrutture necessarie per porre l’area in idonee condizioni per la ripartenza occupazionale.

“La mozione rappresenta solo uno degli atti di inziativa politica certamente non risolutiva ma, rappresenta uno stimolo alla giunta regionali affinché affronti con i competenti ministeri i temi ancora aperti su questa vicenda decennale” sottolinea Mauro Righello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.