IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Depurazione, il collegamento di Borgio e della Val Maremola in attesa del via libera della Regione

Si attende la convocazione della conferenza dei servizi: il punto sulla depurazione nel ponente savonese

Borgio Verezzi. Il progetto definitivo per il completamento dell’allacciamento di Borgio Verezzi e dell’intera Val Maremola al depuratore di Borghetto Santo Spirito è in attesa dell’ultima autorizzazione regionale, che consentirà di terminare la conferenza dei servizi avviata nell’ottobre scorso. L’atteso via libera al progetto era già atteso per il mese di giugno, ma in seguito si è deciso per uno slittamento della data di convocazione.

“Il percorso non è stato semplice in quanto opere del genere che interessano più realtà territoriali richiedono le competenze di molteplici enti al fine di valutare e prevenire ogni possibile criticità – sottolinea il presidente di Servizi Ambientali SpA, Alberto Bonifacino -. Si può ipotizzare che da qui a fine mese la situazione abbia il via libera dal punto di vista amministrativo e che possano essere avviate le procedure di gara per l’affidamento dei lavori, che interesseranno con scavi e posa di tubazioni anche il territorio dei Comuni di Pietra Ligure e Loano, dove verrà potenziata la rete esistente”.

“La realizzazione delle opere di collegamento richiederà realisticamente un periodo di due anni e sarà divisa in lotti. Il nostro primo obiettivo sarà quello di realizzare l’ultimo tratto di rete per allacciare il Comune di Borgio Verezzi con l’impianto di Pietra Ligure, a sua volta già connesso all’impianto comprensoriale di Borghetto Santo Spirito”.

“Credo sia opportuno segnalare come l’attività di questo periodo non sia stata assolutamente semplice per la nostra società ed i Comuni soci, per l’impegno profuso nel processo per la costituzione di un gestore unitario, di natura esclusivamente pubblica, per il servizio idrico integrato in tutti i Comuni costieri della Provincia di Savona, con la finalità di unire le forze dei gestori al momento esistenti per meglio garantire ai cittadini e ai turisti un’acqua di qualità, un mare sempre più pulito e la possibilità di riutilizzare l’acqua depurata per l’uso irriguo” conclude Bonifacino.

“Mare in salute è l’obiettivo comune e il nostro mare è in salute! Lo dicono i dati Arpal e la nostra presenza nel Santuario dei Cetacei – ricorda il sindaco di Borgio Verezzi Renato Dacquino -. Inoltre, in otto anni, la balneazione, in un tratto limitato tra Finale Ligure e Borgio Verezzi, è stata sospesa una sola volta per i danni inflitti dalle mareggiate invernali con un danno ad una tubatura”.

“La depurazione c’è e funziona, il suo ruolo va capito, non ha effetti miracolosi, nulla si può contro l’inciviltà dell’uomo (scarichi di materiali vari) né contro fenomeni naturali (pollini, alghe, etc). La lettura del manifesto fatto dal gestore e dal nostro Comune aiuta a capire…”.

manifesto borgio servizi ambientali

“Per una corretta visione d’insieme è bene riferirsi al servizio idrico integrato; ricordare che acqua, ambiente e depurazione sono leve vitali, che c’è concorrenza pubblico/privato, che attese e diritti dei cittadini convivono con le norme attuali. Rispetto di valori etici, gestione unica e pubblica sono la base. Indispensabile poi avere produttività, con una armonizzazione dei servizi e il rispetto delle singole esigenze territoriali”.

“Il percorso ad oggi è stato lungo, tante le norme variate e le parti in causa. Le nostre priorità per Borgio Verezzi sono avere servizi che funzionano e completare i lavori di collegamento al depuratore, così da poter finalmente dismettere il datato impianto posto al confine con Finale Ligure”.

“In questi otto anni di amministrazione abbiamo sempre esercitato un ruolo attivo, abbiamo contribuito rispettando le regole e stimolando il gruppo, il nostro depuratore adeguato e sfruttato al limite delle potenzialità di un impianto ormai datato ed il sistema in generale hanno garantito anni senza particolari criticità”.

“È dal 2009 che il nostro comune ha affidato in house a Servizi Ambientali SpA, società a totale partecipazione pubblica dei Comuni del nostro territorio, che attualmente gestisce i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione, la gestione, accettando modalità di pagamento per i servizi resi e senza traguardi di date. Inoltre, in quel tempo la manutenzione straordinaria spettava al nostro comune, l’ordinaria al gestore. Oggi non è più così… Il gestore si sta facendo carico di tutti i costi per il mantenimento del sistema in efficienza. I versamenti da noi fatti sono noti e regolari a fronte dei servizi ricevuti” aggiunge ancora il primo cittadino di Borgio Verezzi.

“Il nostro patrimonio idrico soddisfa le esigenze del territorio: abbiamo sempre espresso la necessità di avere un mare pulito (terminando i lavori avviati) e di garantire una buona gestione pubblica dell’acqua; rispettare le macro-esigenze e le sensibilità dei territori; avere costi armonizzati e sostenibili per i cittadini, rispondere concretamente alle legittime e specifiche richieste (es: aree agricole, uso irriguo)”.

“Abbiamo chiesto regole condivise per formare la nuova società per il servizio idrico integrato, definendo le linee guida per le future modalità operative: gran parte di questi punti si trovano anche in vari documenti sottoscritti da tanti sindaci e sono stari espressi in sede di incontri specifici in sede provinciale”.

“Il completamento della depurazione nel savonese è un progetto importante per tutto il territorio e, ogni giorno, lavoriamo e operiamo per la sua definitiva realizzazione” conclude il sindaco Dacquino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.