IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Constance Catarzi medaglia di bronzo a squadre alle Universiadi foto

La savonese sale sul podio con la Francia, dopo il dodicesimo posto nell'individuale

Savona. Constance Catarzi, portacolori del Circolo Scherma Savona, conquista la sua seconda medaglia internazionale, questa volta alle Universiadi di Napoli.

Dopo l’argento vinto pochi mesi fa ai campionati europei Under 23, la ventenne fiorettista del Circolo coglie un’altra prestigiosa medaglia che va a rimpinguare il suo bottino di piazzamenti internazionali.

A Napoli erano di scena le Universiadi di tutte le discipline e Constance, che ricordiamo combatte per la Nazionale francese, ha colto insieme alle sue compagne di squadra Morgane Patru e Rozene Castanie una prestigiosa medaglia di bronzo nella prova di fioretto a squadre, sconfiggendo la Cina nell’assalto che valeva il terzo gradino del podio.

Sono arrivata a questo appuntamento un po’ scoppiata; nell’individuale infatti mi sono classificata dodicesima che non è un brutto piazzamento ma che non rispecchia certamente le mie possibilità – spiega la savonese -. Nella gara a squadre invece ho tirato meglio e sono riuscita a dare il mio contributo alla conquista di questa medaglia; dopo l’argento agli Europei è arrivata quest’altra soddisfazione, ora voglio solo staccare e riposarmi, ne ho veramente bisogno“.

La squadra francese era stata fermata in semifinale dalla Russia e per la medaglia di bronzo ha dovuto affrontare l’ostica Nazionale cinese con la quale è riuscita a spuntarla solo nel finale col punteggio di 41 a 38 in un’altalenarsi di emozioni, cadute e rimonte.

È stata dura – ci riferisce Federico Santoro, maestro di Constance – preparare un appuntamento a luglio al termine di una stagione interminabile è sicuramente complicato; la soddisfazione è l’aver colto un altro traguardo internazionale. Ora è importante staccare come dice Co per poi riprendere la preparazione con tranquillità tra una ventina di giorni in vista della prossima stagione. Quest’anno vi è stata una importante crescita di risultati e di maturazione, ma per continuare a salire la cima occorre fare ancora un ulteriore salto di consapevolezza delle proprie possibilità. Costanza è ancora giovane e tempo davanti ne ha ancora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.