IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Confagricoltura Savona, Luca De Michelis confermato presidente: approvato il bilancio

Assemblea ordinaria di Confagricoltura Savona ad Albenga

Albenga. “Come ogni anno ci ritroviamo in questa occasione per valutare tutti insieme l’andamento economico della nostra associazione che è importante e fondamentale ma molto di più lo è quello sindacale”. Così ha esordito il presidente De Michelis aprendo i lavori dell’assemblea ordinaria di Confagricoltura Savona ad Albenga alla presenza di numerosi soci partecipanti.

“Per questo motivo – ha proseguito De Michelis – desidero fare un excursus di ciò che è stato fatto nel corso del mio mandato da presidente evidenziando vari argomenti relativi agli aspetti tecnico-economico, politico-sindacale e sociale che hanno impegnato l’organizzazione nel triennio 2016-2019. Sull’aspetto tecnico-economico Confagricoltura Savona ha gestito i rapporti con la Regione per rendere operativi per le aziende agricole le misure del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) pur tra mille difficoltà suggerendo ed ottenendo soluzioni per superarle; altro intervento importante ha riguardato il “collegato agricolo” del 2016 è stata approvata la nuova legge sui rifiuti che ha previsto che gli scarti vegetali non sarebbero stati più considerati rifiuti speciali; sono state presentate le osservazioni ai PUC di Albenga e Borgio Verezzi, perché da noi ritenuti penalizzanti in quanto sottraevano territorio alle aziende agricole. Inoltre, abbiamo partecipato al progetto di sviluppo del “Chinotto di Savona”, seguito il problema “Xylella” che per un certo periodo ha bloccato le esportazioni delle nostre piante e con il nostro intervento siamo riusciti ad ottenere dalla Regione Liguria un certificato che attesta l’assenza di Xylella sul territorio ligure”.

“Abbiamo scongiurato l’aumento del costo dell’acqua irrigua è stato un successo tutto nostro grazie alla tempestività dell’azione. Ulteriori successi sono stati ottenuti con l’addobbo dello stand di Confagricoltura al Vinitaly 2019 con piante e fiori della Liguria e con “Euroflora 2018”. Sull’aspetto politico-sindacale Confagricoltura si è battuta per modificare la legge sul “Caporalato” riuscendo a non far inserire i cosiddetti indici di congruità e continuando la lotta perché alcune norme contenute nella legge puniscono in maniera eccessiva tutte le aziende non solo quelle agricole. Abbiamo contribuito alla costituzione del nuovo ente bilaterale regionale E.B.A.L. per l’integrazione della malattia e degli infortuni degli operai agricoli. Particolare attenzione è stata rivolta in occasione delle ultime elezioni politiche, amministrative ed europee. In tali occasioni abbiamo incontrato diversi politici di tutti gli schieramenti, consegnando il nostro documento politico. Particolare rilievo si è avuto con l’organizzazione di un incontro con tutti i candidati sindaci del comune di Albenga. In particolare abbiamo più volte incontrato il Ministro dell’agricoltura Gian Marco Centinaio dove abbiamo presentato diverse nostre istanze quali: la protezione degli agriturismi; favorire il riconoscimento dei nostri prodotti di eccellenza con i marchi riconosciuti a livello europeo (dop, igp, ecc.)”.

“Sburocratizzazione: proposta di nuova legge contro le pratiche sleali e tutela della proprietà intellettuale nel comparto della ricerca; incentivare la costruzione di nuove infrastrutture. Voglio sottolineare – il Presidente di Confagricoltura Savona – il mio intervento, come relatore in Commissione Agricoltura al Senato, in rappresentanza della Liguria per far conoscere la floricoltura italiana. Sull’aspetto sociale abbiamo partecipato a diverse iniziative, mi piace ricordare che nel 2017, in occasione del Festival di San Remo, abbiamo offerto i nostri prodotti per garantire il pranzo a ragazzi diversamente abili, che hanno partecipato con il gruppo musicale “I ladri di carrozzelle” alla manifestazione; abbiamo donato inoltre tre tavoli per invasatura a favore di un’associazione di Loano che accoglie ragazzi colpiti da sindrome di down. Da due anni collaboriamo con l’Istituto Alberghiero di Alassio fornendo prodotti delle nostre aziende per la realizzazione di diverse iniziative atte a sensibilizzare l’utilizzo delle piante aromatiche e siamo riusciti a realizzare un cocktail basato su di esse. Dopo questa breve carrellata di attività svolte – De Michelis – ha parlato dei problemi da affrontare dei problemi legati all’ambiente e le continue avversità atmosferiche per questo è necessario dotarsi di un consorzio di bonifica meglio se già esistente; continuare a lottare per il riconoscimento della DOP dell’oliva taggiasca e l’IGP della piante aromatiche. De Michelis ha concluso quanto detto dal Presidente nazionale, Massimiliano Giansanti, in cui ha sostenuto che “Partecipazione è la parola chiave della nostra assemblea, perché ciò significa senso di appartenenza, voglia di conoscere e di capire. Senza partecipazione non c’è associazione. L’obiettivo mio è quello di proseguire su questa strada per farci conoscere ed apprezzare”.

“Queste considerazioni le faccio mie e mi auguro che siano anche vostre” conclude.

Dopo l’intervento del presidente, è stato approvato il bilancio consuntivo 2018 ed il preventivo 2019. Infine si è provveduto al rinnovo delle cariche sociali. E’ stato confermato presidente Luca De Michelis e nominati consiglieri: Lucio Fazio, Davide Michelini, Fabio Parolini, Massimo Rebella e Fabio Vignone. Gli eletti andranno a comporre il Consiglio Direttivo di Confagricoltura Savona insieme ai presidenti delle sezioni di prodotto: Luca Benedusi, Paolo Damonte, Lorenzo Ferro, Roberto Vigo. Riccardo Vignone per l’ANGA, Enrica Mattei per le pari opportunità ed infine Bruno Dani per il sindacato pensionati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.