IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Casting a Pietra Ligure per lanciare il territorio a livello cinematografico: un film di Beniamino Catena, il regista di Rosy Abate

Lunedì 15 e martedì 16 luglio le selezioni dei ragazzi

Pietra Ligure. Nelle giornate di lunedì 15 e martedì 16 luglio, la Macaia Film srl, con il patrocinio della Genova Liguria Film Commission, ricerca attori e comparse di ambo i sessi e di età compresa tra i 10 e i 13 anni per la realizzazione di un film per il cinema in regime di co-produzione internazionale con la regia di Beniamino Catena, regista di Rosy Abate e Squadra Antimafia, le cui riprese si terranno a ottobre in Liguria, nella zona tra Finale Ligure e Albenga.

I candidati, in quanto minorenni, dovranno essere tassativamente accompagnati da un genitore o da chi ne esercita la patria potestà, in quanto in sede di casting, verrà richiesta, a norma di legge, un’autorizzazione al trattamento dei dati personali.

Lunedì 15 e martedì 16 luglio, dalle ore 10 alle ore 17 (orario continuato), il casting si terrà presso la sede dell’Asd RunRivieraRun a Pietra Ligure.

I candidati dovranno presentarsi accompagnati da un genitore o da chi ne esercita la patria potestà e con un documento di identità valido. In sede di casting verranno scattate alcune fotografie ed una breve intervista/provino. In tutto saranno quattro i ruoli per i giovani attori, oltre a circa cinquanta comparse che saranno scelte per le riprese.

Il film, dal titolo “Io sono vera”, uscirà nei cinema e su Sky. E’ un giallo, una storia surreale, una sorta di misteriosa favola moderna…

Mercoledì 10 luglio, alle ore 19:00, il regista Beniamino Catena sarà al Barone Rampante a Borgio Verezzi per raccontare il progetto del film ai ragazzi (iscritti all’associazione o frequentanti il laboratorio teatrale della scuola media di Borgio Verezzi) e ai genitori interessati.

casting pietra

Un’altra importante iniziativa, quindi, della Genova Liguria Film Commission, che nel 2019 festeggia il ventennale. Genova-Liguria Film Commission è una struttura non-profit (giuridicamente è una Fondazione) creata dalla Regione Liguria, dal Comune di Genova e da altre realtà territoriali liguri (Comuni, Parchi) con un obiettivo primario di marketing territoriale: attirare investimenti produttivi in Liguria nel settore della produzione audiovisiva (pubblicitaria, televisiva e cinematografica), per creare occupazione e per stimolare la nascita e la crescita di imprese di servizio locali.

Il secondo obiettivo è quello di dare maggiore visibilità al territorio regionale, grazie a una sua presenza più importante e continua sul piccolo e sul grande schermo.

La Liguria si posiziona sempre più in alto tra le destinazioni preferite dalle produzioni cinematografiche e televisive di tutto il mondo.

Il 2018 è stato un anno record per numero di produzioni che hanno scelto la regione come set, con un totale di 127 produzioni (+6.7% rispetto all’anno precedente) e 480 giornate di produzione (+17.6%).

Tutto questo si traduce in una aumento del ritorno economico e occupazionale sul territorio: per citare un solo dato, i pernottamenti alberghieri generati direttamente dalle produzioni che hanno girato in Liguria hanno superato per la prima volta le 4.000 notti (per l’esattezza 4168, con un aumento del 25.2% sul 2017) e si possono stimare in non meno di 9.000 le giornate di lavoro per tecnici, attori e comparse liguri.

Grandi personaggi del cinema e della televisione hanno fatto la loro apparizione nelle “locations” liguri: da Jennifer Aniston e Adam Sandler nel film americano “Murder Mistery”, all’attore cult Hal Yamanouchi (l’antagonista di Wolverine) presente nella co-produzione italo-giapponese “White Flowers”, dai 4 scanzonati “Moschettieri del Re” (Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo) affiancati da Margherita Buy e Valeria Solarino, e diretti da Giovanni Veronesi, a Serena Rossi, nei panni di Mia Martini nel biopic “Io sono Mia” diretto da Riccardo Donna.

Tradizionalmente la Liguria si colloca tra le destinazioni top a livello nazionale per la produzione di spot pubblicitari. Il 2018 non ha fatto eccezione. Sono stati ben 22 gli spot girati in regione, molti dei quali diffusi a livello nazionale. Tra questi Facile.it, Peroni, Allianz, Audi, BMW.

Da non dimenticare alcuni videoclip di gran successo come quelli degli Ex Otago, di Rovazzi e di Jack La Furia. E alcuni progetti meno noti, ma di grande qualità come i documentari “Citizen Rose”, protagonista l’iniziatrice del movimento #MeToo Rose McGowan e “Davanti a me il Sud”, diretta dal regista tedesco premio Oscar Pepe Danquart.

Il lavoro di Genova Liguria Film Commission di promozione continua ai principali Festival del Cinema internazionali e nazionali tra i quali citiamo: Il Festival del Cinema di Cannes, di Venezia, di Berlino, di Londra e di Roma ha portato e sta portando per il 2019 e 2020 molte produzioni in Liguria.

Il 2019 si preannuncia un anno in sensibile ulteriore crescita. Basti citare un dato importante: nei primi tre mesi del 2019 si sono già raggiunte 2010 notti d’albergo, oltre la metà del 2018.

“Nel corso di questi ultimi anni la Liguria è diventata “Terradafilm e Terradafiction”, viste le moltissime produzioni che stanno scegliendo il nostro Territorio da Levante a Ponente”, dice la presidente di Genova Liguria Film Commission Cristina Bolla.

Il lavoro della Film commission regionale sta portando molte produzioni italiane e straniere a girare sul nostro territorio, non solo a Genova, ma anche nelle Riviere. Il casting annunciato oggi è solo l’ultimo degli esempi di questa sinergia con il territorio savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.