IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Area di crisi complessa, incontro a Quiliano con le imprese. Confartigianato: “Occasione storica per il nostro territorio” foto

Al centro i dettagli sul bando regionale da 12,5 milioni

Vado Ligure. Dopo il bando da 3,5 milioni per la ricerca e l’innovazione, oggi per le imprese dell’area di crisi complessa del savonese è disponibile un bando regionale da 12,5 milioni.

Confartigianato Savona, al fine di dare massima divulgazione allo strumento, ha organizzato venerdì 26 luglio una mattinata di lavori presso la Sala Riunioni di Tirreno Power (via Diaz 128 Valleggia di Quiliano) a cui tra gli altri parteciperà anche Filse spa – finanziaria ligure per lo sviluppo economico.

“La misura è stata presentata a Cairo Montenotte lo scorso 15 luglio, giorno di apertura dei termini di presentazione, dall’amministrazione regionale. Abbiamo ritenuto di affiancare a questa azione di animazione, un’iniziativa che possa essere un’occasione illustrativa e di approfondimento per tutte le imprese potenzialmente coinvolte” spiega Mariano Cerro, direttore Confartigianato Savona.

“E’ certamente una possibilità ulteriore che offriamo agli imprenditori dei comuni interessati dalla misura da non trascurare se hanno realizzato o intendono realizzare investimenti ammessi dal bando regionale. Con la presenza dei funzionari di Filse Spa, inoltre, ci sarà l’occasione di un confronto diretto con il soggetto gestore in modo da chiarire dubbi o risolvere criticità anche operative legate al caricamento della domanda” aggiunge.

L’ azione rientrante nella misura 3.1.1 e 3.2.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020 che prevede un contributo per investimenti che, per essere ammissibili, devono riguardare: acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni, acquisto di fabbricati già costruiti, opere edili ed impiantistiche, comprese tutte le attività per oneri tecnici dalla progettazione al collaudo; acquisto di macchinari, impianti produttivi ed attrezzature varie nuovi di fabbrica; acquisto di programmi informatici, brevetti, licenze, know-how; prestazioni consulenziali per studi di fattibilità e piani d’impresa, per studi di valutazione d’impatto ambientale e per la certificazione di qualità aziendale ed ambientale, compreso le spese di certificazione.

I comuni interessati dalla misura sono:
– Valle Bormida: Altare, Bardineto, Bormida, Cairo Montenotte, Calizzano, Carcare, Cengio, Cosseria, Dego, Giusvalla, Mallare, Millesimo, Murialdo, Osiglia, Pallare, Piana Crixia, Plodio e Roccavignale
– il vadese: Vado Ligure e Quiliano
– Villanova d’Albenga.

Nuova industria e lavoro nelle aree Tirreno Power

Il bando ha una retroattività al 1 gennaio 2019, con riferimento a interventi avviati a partire da tale data e non ancora conclusi. L’intervento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 100 mila euro. Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente online al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it fino al 30 settembre.

“L’impegno della Regione nei riguardi di Savona è noto: oltre al bando da 3,5 milioni per la ricerca e l’innovazione, chiuso recentemente; abbiamo attivato il bando da 12,5 milioni per lo sviluppo produttivo, dando celere risposta alle piccole e medie imprese che, per via della soglia da un milione e mezzo di euro, non hanno potuto partecipare alla misura nazionale predisposta da Invitalia. Auspichiamo che, viste le criticità industriali e l’elevata richiesta riscontrata sul territorio, il Mise accolga il nostro suggerimento di integrare gli investimenti fino ad ora stanziati” dichiara l’assessore allo sviluppo economico della Regione Liguria Andrea Benveduti.

Oltre agli interventi di Filse Spa, l’apertura dei lavori sarà affidata ai rappresentanti dei comuni dall’ area vadese (Vado Ligure e Quiliano) direttamente interessati dalle aree ammissibili al bando.

“Un’ottima notizia! Il nostro territorio sta subendo una trasformazione industriale e artigianale importante, trainata da nuove importanti opportunità, principalmente il porto e la logistica. Si auspica quindi una fase di crescita e consolidamento e questo nuovo Fondo per il sostegno a programmi d’investimento e di sviluppo delle attività delle PMI realizzati nell’area di crisi complessa del savonese dà linfa a quelle attività che vorranno investire e credere in questo territorio oppure consolidarsi andando a creare opportunità occupazionali. L’obiettivo primario che la nostra amministrazione persegue e proprio in virtù del quale questa comunità ha affrontato scelte importanti per tutta la provincia” commenta il vice sindaco del Comune di Vado Ligure Fabio Gilardi.

“Per il Comune di Quiliano è un fatto importante lo sblocco del bando regionale per la presentazione delle domande di contributo per le unità produttive site nell’area di crisi industriale e in particolare i destinatari delle micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata. Come riteniamo sia un fatto importante il pieno utilizzo delle risorse sulla formazione. Elementi importanti per azionare l’obiettivo prioritario di “rilanciare” il territorio attraverso la promozione di nuovi investimenti produttivi, la riqualificazione di attività economiche esistenti, la rioccupazione di personale espulso dal mercato del lavoro” dichiara il sindaco Nicola Isetta.

Le imprese dei comuni interessati sono invitate quindi a partecipare venerdì 26 luglio, alle ore 10.00, presso la Sala Riunioni di Tirreno Power.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.