IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, passa la proposta Demichelis: l’Unione Valmerula e Montarosio verrà sciolta il 12 agosto

Non si attenderà il 31 dicembre, il sindaco di Andora ha trovato l'accordo con gli altri comuni

Andora. Accolta la proposta del sindaco di Andora Mauro Demichelis: non si attenderà il 31 dicembre 2019 per sciogliere l’Unione Valmerula e Montarosio. Lo ha deciso a maggioranza, con il solo voto contrario di Testico, il Consiglio dei cinque comuni. Il presidente Demichelis è, infatti, riuscito ad anticipare i tempi, accordando tutti i sindaci sulla data del 12 agosto, quando il Consiglio dell’Unione si riunirà per votare la delibera di scioglimento e l’individuazione di un liquidatore.

Il sindaco Mauro Demichelis ha ribadito la soddisfazione per quanto realizzato dall’Unione in termini di sblocco di fondi e di opere pubbliche portate a termine ad Andora, mentre i sindaci dei comuni di Stellanello e Chiusanico non hanno nascosto una certa difficoltà a rapportarsi con una macchina burocratica articolata quale è quella di un comune complesso come Andora e il desiderio di tornare a un rapporto più diretto e veloce con i propri cittadini.

“Chiudiamola qui – ha detto Demichelis – Andora ha ottenuto, ma ha dato anche tanto in termini di aiuto ai piccoli comuni. I nostri dipendenti hanno lavorato per 5 enti. Oggi gli obblighi e le normative sono mutate e l’Unione non è più uno strumento tecnico adeguato a soddisfare le necessità di Andora. Avrebbe potuto essere ancora utile per promuovere il territorio e le potenzialità turistiche dei 5 comuni, ma dopo lo scioglimento, non ha senso attivare convenzioni per alcuni servizi e funzioni, come richiesto da alcuni comuni”.

Claudio Cavallo, Sindaco di Stellanello ha parlato di un’occasione persa. “Sarebbe stato meglio non focalizzarsi sui numeri e sulle procedure burocratiche, ma fare un piano aziendale di promozione del territorio a livello internazionale” ha dichiarato Cavallo.

Il sindaco di Testico è stato l’unico a votare contro lo scioglimento: “Non sono stati fatti tutti i tentativi per cercare di rendere più virtuosa l’Unione e adatta ai comuni più piccoli. C’era ancora un margine di manovra: ho sempre sottolineato i pregi e limiti dell’Unione, ma comunque ringrazio per la disponibilità il sindaco Demichelis, i funzionari e i dipendenti di tutti i comuni, e in particolare quelli del mio, per la collaborazione”.

Il sindaco di Chiusanico ha confermato il desiderio di uscire dall’Unione per rispondere ad uno spirito di appartenenza alla Valle Impero. “A mio parere ogni amministrazione deve fare riferimento al proprio territorio – ha detto Agnese – Abbiamo bisogno di tempi più veloci e di un rapporto più diretto con i cittadini per dare soluzione ai problemi”.

L’Unione Valmerula e Montarosio è stata la prima e unica Unione di Comuni pienamente operativa della Liguria, avendo attivato dal 2016 tutte le funzioni, e ha riunito i comuni di Andora, Testico, Stellanello, Cesio e Chiusanico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.