IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Uno straripante Ramorino domina il Trail Aschero

Il podista ligure è primo in solitaria nella 30 km. Eccellente anche Giovanni Pesce nella 10 km. Ernesto Ciravegna cede il primo posto solo nel finale nella distanza mezzana

Si corre finalmente il tanto atteso Trail Aschero di Vado Ligure, corsa ormai classica del panorama di podismo su sentieri e sterrato giunta alla 15^ edizione. Percorso diviso in tre distanze nette: 30, 20 o 10 chilometri sulle alture di Vado, fra boschi, borghi, sentieri con panorami mozzafiato sul Golfo di Bergeggi. Organizzazione ottima della Podistica Savonese con molti volontari a garantire il corretto svolgimento della manifestazione. 

Clima mite che ha permesso ai partecipanti di poter correre in condizioni quasi ottimali. L’evento vede come re assoluto Corrado Ramorino, nella doppia casacca della “sua” Città di Genova e del BergTeam condotto sul gradino più alto del podio nella 30 km, la distanza più dura dell’evento. Ramorino vince con merito, dominando in 2h34’59” e lasciando solo le briciole agli avversari, il primo dei quali è Luca Ponti tesserato dell’Atletica Casorate che fissa il tempo di percorrenza in 2h41’17”. Evidente il distacco fra i due primi al traguardo. 

Semmai Ponti ha dovuto guardarsi dall’insidioso Alberto Ghisellini del Trail Runners Finale che termina a 2’ dal lombardo. I distacchi fra i corridori si riducono man mano che si scorre la classifica, a riprova della grande prestazione di Ramorino, unico a restare non solo sotto le due ore e quaranta, ma perfino sotto le due ore e trentacinque. Davvero mirabile prova atletica.

Saranno stati soddisfati Alessandro Civitella e Mirko Frabbotta, compagni di squadra di Ramorino al BergTeam che terminano rispettivamente quarto e quinto, con una gara ottima, ma non abbastanza per salire sul podio. Sesta posizione per William Gaspari degli Zena Runners ultimo a restare sotto le 3 ore di percorrenza. Alle sue spalle Giuseppe Lo Bartolomeo Trail Runners Finale riesce a conservare il settimo posto davanti a Marco Mantovani del Gau che resta 2’ dietro. A chiudere i primi dieci assoluti sono Marco Cagna della Black Bull e Vladimiro Berello.

Proprio a ridosso della top ten si classifica la vincitrice femminile, Monica Dalmasso della Podistica Val Vermenagna che è undicesima assoluta in 3h16’52”. Buona gara anche della seconda in classifica Paola Messina della Valmaremola Asd che è 16^, ma seconda nella categoria femminile. Terza la finalese Chiara Cravino dei Trail Runners che completa il percorso in 3h40’53” chiudendo 21^.

Scendiamo nei chilometri  percorsi, ma non nello spettacolo perché l’arrivo della 20 km è stato concitato ed incerto fino alla fine con il vincente, Andrea Tosa della Bernatese la spunta sull’esperto Ernesto Ciravegna del BergTeam per poco più di un minuto al traguardo. Terzo posto invece per Fabio Martini dell’Avis Bragasi un po’ più staccato dietro. 

Distacchi sicuramente minori qui rispetto alla versione lunga, con gap in termini di secondi, più che di minuti. Quarta posizione infatti per Paolo Fiacchi degli Zena Runners che perde il podio per 41”. A seguire si trova Andrea Raco della RunRiviera Run e Simone Aresta dei Trail Runners Finale. Senza squadra il settimo in classifica, Vittorio Brillada, mentre Alfredo Cavallero è ottavo per l’Atletica Levante. A completare i primi dieci al traguardo si trovano Mauro Giusquiami e Francesco Cammaroto dell’Asd Cisano. 

Emozionante l’arrivo femminile con il fotofinish (2h06’46” il tempo) per Samantha De Stefano e Jessica Perna. Alla fine De Stefano decretata vincitrice dal real time, ma un applauso va ad entrambe per una prestazione che ha dato spettacolo. Terza Michela Morsini dell’Atletica Levante che chiude ampiamente dietro il duo di testa (circa 6’ di ritardo).

Domina invece Giovanni Pesce nella 10 km. Il portacolori della Polisportiva San Francesco è primo in 45’33” ben 5’3” più veloce del secondo classificato, Massimo Caroleo che invece la spunta in volata su Andrea Rinaldi del Team Kmp per soli 11”. Classifica molto diversificata nei primi dieci, senza squadre a dominare. Quarto posto per Samuele Luzzo dell’Atletica Millesimo che fa gara a sé restando troppo lontano per il podio, ma a distanza di sicurezza dagli inseguitori. 

Quinto è Fabrizio Cagnoni che precede la vincitrice della categoria femminile,  Dana Santamaria che chiude in 54’38”. Alle sue spalle Benedetto Trucco della Podistica Savonese che cede per 5”, Fulvio Ghisellini, Davide Oliveri dell’Outdoor Mallaree  Davide Ghisellini che è decimo. Poco dietro la seconda classificata donne, Marcella Ferraro che è 12^ assoluta in 58’11”. 16^ è invece Elisa Cerasuolo del Team Trekking and Trail che invece conclude in 1h02’11”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.