IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trofeo Nando Cogno, ottimi risultati per il Vado: quattro successi

Rossoblù primi tra i 2006, 2008, 2010 e 2011; lunedì potrebbe arrivare il pokerissimo

Vado Ligure. Il Trofeo Nando Cogno di Savona, giunto alla 39ª edizione, si è tinto di rossoblù. Le squadre del Vado FC hanno maramaldeggiato contro tutte le avversarie, vincendo con le leve 2006, 2008, 2010 e 2011; mentre bisognerà aspettare lunedì 10 giugno per vedere se anche la leva 2009 permetterà alla società vadese di fare strike in tutte le categorie in cui ha partecipato.

Andando con ordine e partendo dalle categorie dei più piccoli, la squadra dei 2011, ben diretta dal duo Bossolino e Laganaro, ha battuto in finale una coriacea Cairese per 2-1, dopo aver vinto in semifinale contro i padroni di casa del Legino per 5-1.

I Primi Calci 2010 di Gandolfo e Tona hanno vinto in finale contro il Varazze per 7-4, nonostante il primo tempo si fosse concluso con il parziale di 3-0 a favore del team nerazzurro. Una grande rimonta, però, ha permesso alle giovani promesse rossoblù di aggiudicarsi il trofeo.

La leva 2009, diretta splendidamente dai mister Remonato e Giurintano, dopo aver vinto in semifinale con i rivali storici del Legino per 2-1, aspetta la finale di lunedì prossimo contro i biancoblù del Savona.

Grande impresa, invece, della squadra 2008 allenata da Grossi che ha sconfitto in finale il Savona per 1-0 con una rete di Alessio Scancarello.

Anche gli Esordienti 2006 dei mister Pilleri e Fucci, nonostante fossero reduci dal torneo di Olbia e stanchi del viaggio in nave, dopo una combattuta finale, hanno sconfitto il Savona. La partita è terminata 1-1, ma i calci di rigore hanno sancito la vittoria dei giovani rossoblù.

Ecco le dichiarazioni del responsabile tecnico del settore giovanile Vincenzo Eretta: “Sono molto soddisfatto per le prestazioni delle nostre squadre, e ciò al di là della vittoria finale che comunque gratifica i ragazzi, i nostri istruttori e le famiglie che fanno molti sacrifici per portare a giocare i nostri piccoli atleti. Il progetto Next Generation Sampdoria sta dimostrando che gli allenamenti tecnici coordinativi sono la base per il miglioramento dei ragazzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.