IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, successo per la “Festa degli Amici Cucciolotti e Rifugi Aperti” fotogallery

Per lo scambio di figurine e la visita ai reparti di cura dei gatti liberi e della fauna selvatica ferita

Savona. Si è svolta ieri, domenica 9 giugno, presso la sede della Protezione Animali di via Cavour 48 r a Savona, l’ottava “Festa degli Amici Cucciolotti e Rifugi Aperti” 2019 organizzata in collaborazione con l’Editore Pizzardi, sia con lo scambio di figurine che con la visita ai reparti di cura dei gatti liberi e della fauna selvatica ferita.

Durante la giornata si sono svolti anche diversi eventi molto apprezzati da bambini, genitori e nonni presenti, quali baloon art, coloriamo, trucca bimbi e merendiamo, nonché esibizioni di cani operanti sul territorio per la Protezione Civile, cura della Dog Academy Sda. Ed i bambini che hanno completato la raccolta delle figurine sono stati premiati con la nuovissima e bellissima cartellina, il quadernone “Amici Cucciolotti” ed un salvadanaio, che rappresenta la missione a cui hanno contribuito quest’anno.

I volontari della Protezione Animali savonese desiderano “vivamente ringraziare l’Editore Pizzardi che, tra tante, troppe aziende che sprecano fondi in sponsorizzazioni inutili o addirittura dannose, sostiene concretamente, da molti anni, tutte le sezioni Enpa d’Italia nella loro attività di aiuto agli animali bisognosi. A Savona sono così arrivate oltre 160 cucce in materiale lavabile e coibentate, che sono state distribuite per i gatti delle colonie feline e, quelle per cani, che arrederanno i nuovi box del rifugio Enpa di Cadibona, i cui lavori di ricostruzione sono al 50 per cento e, dopo l’arrivo delle ultime autorizzazioni, verranno completati entro i primi mesi del prossimo anno”,

“E’ poi arrivato un nuovo furgone ‘salvanimali’, che ha rimpiazzato mezzi ormai vecchi e, assieme ad altre due auto in dotazione, viene utilizzato per il recupero di animali selvatici e trasporto di domestici; per un anno sono stati pagati i conti di tre mesi dei diversi veterinari che curano gli animali raccolti dall’Enpa; sono infine arrivati per diversi altri anni migliaia di pasti per cani e gatti, sotto forma di scatolette e crocchette, che sono stati distribuiti alle volontarie che curano e sfamano le colonie di gatti liberi della provincia ed alle persone con animali ma senza casa o senza lavoro e mezzi di sostentamento e che non riescono quindi a mantenerli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.