IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, domenica preghiera comunitaria alla chiesa romanica “senza tetto” di Legino

Non mancherà un momento di riflessione interreligiosa alla presenza di rappresentanti della comunità islamica, ebraica, buddista e induista

Più informazioni su

Savona. Per la solennità dei santi Pietro e Paolo, domenica prossima 30 giugno alle 20,45, si torna a pregare nell’antica chiesa romanica sulle alture di Legino a loro intitolata che ha il prato come pavimento e il cielo come soffitto. Come ormai tradizione di qualche anno, non mancherà un momento di riflessione interreligiosa. Alla presenza di rappresentanti delle chiese evangelica e ortodossa, del presidente della comunità islamica ligure Zahoor Zargar, di delegati della Comunità ebraica, di quella buddista e dell’Unione induista italiana, don Angelo Magnano, vicario generale della diocesi e parroco di Legino, darà inizio alla preghiera comunitaria.

Partendo dall’incrocio tra via Bricco e via santi Pietro e Paolo, fra canti e preghiere delle varie comunità religiose, si giungerà alla chiesetta – preparata nei giorni precedenti da un gruppo di volontari della zona e illuminata da gruppi elettrogeni – dove saranno celebrati i vespri a cura della locale Confraternita di sant’Ambrogio.

Al termine, dopo la benedizione impartita da don Magnano, i ragazzi racconteranno la storia del grano della fraternità: dalla preparazione in classe, prima della Settimana santa, fino alla semina nel campo vicino alla chiesetta. Quando i bambini libereranno dall’interno della chiesa i palloncini colorati recanti i loro messaggi di pace, si avrà l’impressione che le preghiere raggiungano più velocemente il cielo. Tutto questo, già da alcuni anni, avviene in collaborazione con insegnanti, genitori, ragazzi e bambini di varie nazionalità e religioni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di Savona e Provincia che, insieme ai nonni delle Residenze assistita e protetta del Santuario e della Fondazione Bagnasco, hanno partecipato alle diverse iniziative del progetto educativo didattico interculturale “Francesco e Kamil” dell’Istituto comprensivo Savona 2 Sandro Pertini.

Importante anche la collaborazione con gli studenti adulti del Cpia di Savona. Saranno raccolti fondi per il progetto “Betlemme e i bambini di Terra santa” promosso dall’associazione “Pro Terra sancta di Betlemme”, mediante offerte per le creazioni realizzate dagli alunni che si sono impegnati per questi manufatti.

La chiesetta dei santi Pietro e Paolo viene preparata con dedizione da alcuni abitanti della zona che, negli anni ’70, sostenuti da don Giuseppe Perucca e don Pietro Ferri, diedero vita a questa iniziativa poi interrotta e riproposta dalla Confraternita.
Oggi la si vede senza tetto, con i soli muri perimetrali ma in condizioni di sicurezza.

Al termine focaccette per tutti offerte dalle “nonne del Bricco” grazie alla collaborazione dell’Associazione Panificatori Savonesi e della Sms Fratellanza di Legino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.