IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, dalla giunta regionale 150 mila euro per le farmacie disagiate

Per garantire una distribuzione sempre più capillare su tutto il territorio regionale

Più informazioni su

Regione. Un contributo di 150 mila euro per il 2019 a favore delle farmacie disagiate, rurali e non, per garantire una distribuzione sempre più capillare su tutto il territorio regionale. La giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale, ha approvato oggi la delibera che prevede lo stanziamento delle risorse a favore di Alisa per il successivo trasferimento alle Asl.

“Lo spopolamento in alcune zone del nostro territorio – spiega la vicepresidente Viale – può creare difficoltà di carattere economico alle farmacie, determinando una carenza del servizio di assistenza farmaceutica. Da qui la necessità di garantire, attraverso la concessione di un contributo, la permanenza e la capillarità delle farmacie su tutto il territorio regionale. Una decisione che è perfettamente in linea sia con quanto previsto nel piano sociosanitario sulla ‘farmacia dei servizi’ sia con l’accordo triennale per la prosecuzione della distribuzione in nome e per conto dei farmaci salvavita che nel primo anno di sperimentazione ha migliorato la vita a migliaia di cittadini, facendo loro risparmiare tempo prezioso, chilometri e denaro”.

La delibera riguarda le farmacie a basso fatturato che abbiano realizzato un volume d’affari non superiore a euro 150 mila euro, indipendentemente dal comune o centro abitato in cui si trovano. L’ammontare del singolo contributo dipende dal numero delle richieste pervenute e dal periodo e orario di effettiva apertura dell’esercizio. Per le farmacie che hanno iniziato l’attività nel corso dell’anno, il contributo è calcolato su base mensile. Nella delibera si sottolinea che lo stanziamento non è a carico del fondo sanitario regionale ma che vengono utilizzati i fondi provenienti dalle aziende farmaceutiche derivanti dall’applicazione del pay-back.

Sarà Alisa ad individuare le modalità di presentazione delle richieste di contributo e a provvedere alla liquidazione alle Asl degli importi richiesti fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Sempre in ambito farmaceutico, il capogruppo di Forza Italia, Angelo Vaccarezza, comunica che “la giunta della Regione Liguria ha recepito lo schema di ‘Accordo per la distribuzione dei farmaci da parte delle farmacie pubbliche e private convenzionate in nome e per conto del Servizio Sanitario Regionale e per la fornitura del servizio Cup-Web’, di durata triennale a partire dal primo giugno 2019, da stipularsi tra l’Azienda Ligure Sanitaria e le associazioni delle farmacie pubbliche e private convenzionate”.

“Gli importanti vantaggi sociali ed economici del provvedimento sono evidenti: molte persone, spesso anziane, che vivono in zone lontane e hanno difficoltà a raggiungere le farmacie ospedaliere per procurarsi i medicinali di cui hanno necessità, grazie a questo accordo potranno servirsi delle farmacie pubbliche e private convenzionate che sono dislocate su tutto il territorio regionale, quindi molto più accessibili. Un notevole risparmio di tempo e denaro ma soprattutto un miglioramento della qualità di vita, che per quanto piccolo rappresenta comunque un aiuto concreto e un segno di vicinanza e attenzione a chi vive situazioni di difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.