IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quiliano, Fersini al primo consiglio comunale: “Ci siamo per opposizione seria e costruttiva, priva di preconcetti”

Il capogruppo della minoranza si è rivolto al primo cittadino per augurare buon lavoro e per spiegare come si muoverà l'opposizione

Quiliano. Giovedì scorso si è tenuto il primo consiglio comunale post elezioni a Quiliano. Nell’occasione Rofolfo Fersini, capogruppo della minoranza “Quiliano Domani”, ha preso la parola per un intervento che, di seguito, pubblichiamo integralmente.

“Caro signor Sindaco Isetta, colleghi di maggioranza e di minoranza, io vengo dal mondo dello sport e quindi so riconoscere una sconfitta. Siamo andati sotto in ogni seggio anche se non di molto, non siamo riusciti a convincere gli elettori del nostro progetto di rinnovamento nella misura necessaria a vincere. Le analisi del voto non sono di questa serata, le abbiamo fatte e le faremo più avanti per non ripetere gli stessi errori e rappresentare una valida alternativa per il futuro. E quindi, a voi la gestione dell’amministrazione comunale e a noi l’opposizione come si conviene in una moderna democrazia. Un rammarico, signor Sindaco, quello di non essere riusciti a fare una lista
unica, ad unire le forze progressiste del paese invece che a dividerle nuovamente, in un momento in cui è palpabile nel paese Italia il pericolo di derive autoritarie verso gli estremismi, sto parlando degli estremismi di destra, in particolar modo”.

“Siamo 2372 contro 1781, di nuovo una spaccatura nel paese con una campagna elettorale molto tesa che nelle persone ha lasciato disagio, difficoltà, conflitto, incomprensione. Comunque, signor sindaco, 1781 persone ci hanno votato su un programma ambizioso che voleva disegnare un paese moderno al passo con i tempi. Le facciamo gli auguri di buon inizio perché il Sindaco rappresenta tutti, rappresenta maggioranza e opposizione, rappresenta i nostri due centri cittadini, le frazioni e le borgate. In un territorio che ha una estensione di 50 chilometri quadrati sono molti i problemi da risolvere: il tema dello sviluppo del territorio, il tema del dissesto idrogeologico, il tema del welfare diventato
oltremodo importante a causa della recessione economica e della mancanza di lavoro, e appunto uno su tutti, quello del lavoro, che deve necessariamente andare d’accordo con i temi ambientali, temi tanto cari alle nostre associazioni che vogliono un ambiente nel quale i nostri figli possano crescere sani ed avere prospettive di sviluppo per il futuro” ha proseguito Fersini.

“Si, signor Sindaco, le nostre associazioni di volontariato, tantissime! Rappresentano un patrimonio umano ed una ricchezza di professionalità incredibile, inestimabile, vanno consultate sui temi di competenza, non lasciate da parte, vanno incoraggiate ed aiutate in un percorso comune verso il miglioramento. Noi, signor Sindaco, abbiamo a cuore in particolare, oltre ai centri cittadini, le frazioni e le borgate, posti lontani dal centro che hanno bisogno di sentire in concreto la vicinanza dell’amministrazione comunale. Per questo motivo ho letto con favore l’attribuzione a due consiglieri delle competenze di relazione con i Comitati di Frazione e con i Comitati di Via e di Borgo. Riteniamo che i
Comitati siano indispensabili per avere la testimonianza ed i suggerimenti utili
da persone che vivono il territorio e lo vogliono migliorare. Siccome sappiamo però che è tanta la tentazione politica di controllare i comitati al fine del consenso, noi ci auguriamo non solo che continuino con il loro lavoro, ma anche che rimangano indipendenti senza alcun tipo di controllo o di influenze ne della maggioranza e ne dell’opposizione.
La campagna elettorale è finita signor sindaco, non c’è più bisogno che dica che l’amministrazione comunale è ferma da 10 anni, anzi, mi aspetto che lei, con onestà intellettuale, ogniqualvolta inaugurerà un’opera pubblica frutto del lavoro dell’impegno e della professionalità dell’amministrazione precedente lo dica, uno fra tutti il Sentiero degli Elfi in San Pietro in Carpignano, inaugurato da poco e portato avanti superando moltissime difficoltà , oltre che dalla associazione che ha fatto la pulizia del sentiero,
anche e soprattutto dall’infaticabile lavoro del Vice Sindaco Uscente Mara Giusto che con convinzione è riuscita a portare a termine il progetto. Mara Giusto, una persona che ha dato la vita lavorativa al servizio della comunità e che stasera non è qui con noi in seguito alla sua decisione personale di lasciare spazio ai giovani. Ma parlo anche del Parcheggio dei Cerri e della sostituzione di tutta l’illuminazione pubblica del comune di Quiliano con tecnologia a led, lavori che hanno richiesto anni di preparazione di tutta l’amministrazione comunale e che ora sono già appaltati. Non ceda alla tentazione di
assumersene la paternità” ha aggiunto il capogruppo di minoranza.

“Noi ci siamo, signor Sindaco, per una opposizione seria e costruttiva priva di preconcetti. Noi non saremo qui a dire di no a prescindere, valuteremo di volta in volta le azioni dell’amministrazione e diremo di si quando i progetti saranno utili al paese e diremo di no quando non lo saranno. Saremo qui a controllare che venga fatto con tempestività quello che è scritto nel vostro programma che rappresenta il vostro contratto con tutti i cittadini, anche quelli che non vi hanno votato. Valuteremo l’azione nei risultati nei tempi e nei modi di azione e negli strumenti che adopererete tenendo ferma la
bussola sui valori di un paese basato su una costituzione democratica che nasce dall’antifascismo. Porteremo le istanze delle persone dimenticate, delle persone non allineate, delle persone più deboli perché lei è il Sindaco di tutti ma in particolare è il Sindaco delle persone che hanno più bisogno. Non entro nel merito delle attribuzioni del Consiglio di maggioranza e della nomina e delle competenze attribuite agli Assessori, dell’età piuttosto che della professionalità, li valuteremo, di volta in volta per quello che sapranno fare, per i rapporti che sapranno tenere e per i risultati del loro lavoro. Con questo ho finito, signor Sindaco, la nostra parte di minoranza augura a tutti un buono e proficuo lavoro per il bene collettivo del nostro bellissimo Paese” conclude Rodolfo Fersini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.