Progetto “Spiagge Sicure” a Laigueglia, scattano i primi sequestri amministrativi e penali - IVG.it
Primi risultati

Progetto “Spiagge Sicure” a Laigueglia, scattano i primi sequestri amministrativi e penali

Il sindaco Sasso: “Abusivismo piaga per i nostri commercianti ma anche danno per il turismo”

Laigueglia. Dopo aver sottoscritto il protocollo d’intesa con la Prefettura, anche a Laigueglia è stato avviato di fatto il progetto “spiagge sicure” 2019 e sono subito scattati i primi sequestri.

L’amministrazione comunale, con il contributo del Governo, ha finanziato un servizio di vigilanza con operatori che hanno supportato gli agenti della Polizia Locale, eseguendo sequestri amministrativi e penali sul territorio di Laigueglia.

Dichiara il sindaco Roberto Sasso del Verme: “L’abusivismo commerciale non è solo un danno per i nostri commercianti ma anche un danno per il turismo e l’immagine di Uno dei Borghi più Belli d’Italia. Voglio esprimere un plauso al corpo della Polizia Locale di Laigueglia che, anche se in numero limitato, ha coordinato le guardie giurate e a tutte le Forze dell’Ordine in tal senso impegnate”.

“Sono fiero che questo ‘progetto’ si sia trasformato in un reale contrasto al commercio abusivo e alla contraffazione, creando una sempre crescente percezione di sicurezza del nostro borgo”, ha concluso il primo cittadino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.