IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presidente del Consiglio comunale, subito bagarre ad Albenga: eletto Diego Distilo tra le polemiche

La minoranza, per voce di Roberto Tomatis, aveva proposto Minucci: lo avrebbe fatto a titolo gratuito

Albenga. Il pronostico avanzato da IVG.it è stato centrato: è il geometra ed ex candidato sindaco Diego Distilo (poi confluito con l’appoggio a Riccardo Tomatis al ballotaggio), con il favore di tutta la maggioranza, il nuovo presidente del Consiglio comunale di Albenga.

Ma non sono mancate le polemiche, anche piuttosto accese, grazie ad una mossa a sorpresa della minoranza che, per voce del consigliere Roberto Tomatis (autore anche di una discussione con il consigliere Giorgio Cangiano in merito), ha proposto per il ruolo il giovane consigliere Riccardo Ettore Minucci. La curiosità? Avrebbe svolto l’incarico a titolo totalmente gratuito “facendo risparmiare”, a detta dell’opposizione, “oltre 70mila euro al Comune”.

Motivazione che non ha peró spostato gli equilibri di una votazione che è stata quantomai compatta e perentoria: solo 4 i voti pro Minucci (tutta la minoranza) contro i 12 in favore di Distilo.

“Siete partiti col piede sbagliato dovendo subito ingoiare un brutto rospo. Avete eletto Diego Distilo, che se lo merita anche, ma lo avete fatto rifiutando la proposta di un ragazzo (Minucci) che lo avrebbe fatto a titolo gratuito. Inoltre è giovane e fa parte dell’opposizione: sarebbe stato un bel segnale di collaborazione. Volevamo far risparmiare 70mila euro (cifra che dovrebbe spettare al presidente del consiglio nei 5 anni) al Comune, ma avete preferito fare diversamente”, il commento al vetriolo di Roberto Tomatis, sposato anche dal segretario cittadino della Lega e consigliere Cristina Porro, che a sua volta non ha risparmiato dure critiche nei confronti di Distilo.

Piccata, però, la risposta del diretto interessato che, con la solita verve che lo contraddistingue, ha ribattuto: “Mi chiedo come mai sia Roberto Tomatis che Cristina Porro, entrambi già protagonisti in consiglio negli anni passati, non abbiano mai proposto di fare gli assessori o i consiglieri a titolo gratuito né tantomeno hanno proposto al loro presidente del consiglio di farlo. Lo fanno qui, oggi, ma gli albenganesi non sono stupidi e possono capire benissimo il tenore della provocazione”.

L’annuncio è arrivato, come da “copione”, con il secondo punto all’ordine del giorno del primo consiglio comunale dell’era Tomatis. Distilo, che in campagna elettorale aveva dichiarato di “non voler ricoprire incarichi di governo esecutivi”, ha accettato la carica, ma resterà allo stesso tempo capogruppo di “Aria nuova per Albenga” (rappresentando anche l’altra lista in suo appoggio “Solo per Albenga” che non ha ottenuto il seggio), pronto, a detta sua, a “svestire i panni di presidente se necessario per intervenire”.

“Non abbiamo voluto incarichi di governo esecutivo. Lo avevamo detto e così è stato, – ha proseguito Distilo. – Abbiamo fatto un accordo sui punti programmatici. L’elezione del presidente del consiglio comunale avviene per una scelta democratica interna alla maggioranza: mi hanno voluto riconoscere un ruolo visto l’importante risultato ottenuto alle elezioni comunali e non posso che esserne felice e orgoglioso. Ma se non ci fosse stata questa nomina, non sarebbe cambiato nulla per me: l’accordo era sui punti programmatici e nulla più”.

“Allo stesso tempo, però, preciso che rimarrò in consiglio anche come capogruppo di ‘Aria nuova per Albenga’ e rappresenterò anche la lista ‘Solo per Albenga’, pronto a fare interventi se necessario svestendo i panni di presidente. Saremo sempre attenti, vigili e propositivi nell’ambito del parlamentino ingauno. Facciamo parte della maggioranza e lo facciamo perché crediamo non nel cambiamento, bensì nel miglioramento di Albenga: questa Città deve solo essere migliorata perché lavoro ne è già stato fatto tanto ed è stato fatto bene. Siamo una forza politica all’interno di un’amministrazione che guarda anche al centrodestra”.

“Non posso che ringraziare di cuore le 32 persone che erano in lista con me: ognuno a suo modo ha dato un contributo importante. Un grande grazie anche a coloro che ci hanno votato e a Riccardo Tomatis, che ha dimostrato di essere una persona che vuole bene ad Albenga, aprendo le porte senza mettere veti su nessuno. Ringrazio anche tutti i membri delle liste di Tomatis, che ci hanno accolto sin da subito come loro parte integrante. Un ringraziamento particolare e sentito, infine, a Franco Vazio, che ha dimostrato lungimiranza e buonsenso, lasciando perdere le divisioni politiche per ragionare sui programmi”, ha concluso Distilo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.