IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace, ecco le reazioni politiche dopo il vertice al Mise

Le parole del consigliere Andrea Melis e del deputato ligure Luca Pastorino

Villanova d’Albenga. “Attese da tempo, sono arrivate le schiarite per la vertenza Piaggio: dal Mise, infatti, risposte positive dopo le incertezze degli ultimi mesi, coerentemente con quanto detto in occasione degli incontri sul territorio e ai tavoli romani”.

Così il consigliere regionale Andrea Melis, che commenta l’esito del vertice di ieri.

“Delineato infatti un cronoprogramma rispetto ai contratti in essere. Come M5S esprimiamo soddisfazione per il lavoro svolto dal Ministero, che come sempre al centro della propria agenda ha posto la salvaguardia dell’occupazione e delle eccellenze del savonese, da sempre fra i fiori all’occhiello dell’aerodinamica italiana”.

“Piaggio è una risorsa preziosa per il territorio e va tutelata in tutte le sedi con azioni concrete e ragionate”.

“L’interlocuzione al Ministero dello Sviluppo per la vertenza di Piaggio Aerospace e Laerh è stata apprezzabile nei contenuti con i contratti di manutenzioni pluriennali che sono in via di definizione. Ma per quanto riguarda gli acquisti, le preoccupazioni sono legate ai tempi. Le scadenze sono stabilite a fine settembre e fine dicembre, poi i droni da due sono diventati uno e i P180 sono diminuiti da dieci a nove. E il pensiero sui tempi va anche alla tenuta di questo governo. Inoltre, la tempistica operativa mal si concilia con la questione del ritorno sul posto di lavoro e quindi della fine della cassa integrazione”.

Lo dichiara il deputato di èViva, Luca Pastorino, segretario di presidenza per Liberi e Uguali alla Camera.

“Noi saremo – aggiunge Pastorino – vigili affinché il governo rispetti i propri impegni e non ci siano ulteriori ricadute sui lavoratori. Il pericolo è che dietro le buone intenzioni manifestate oggi al Mise ci sia solo una volontà di temporeggiare e non affrontare il problema con la determinazione necessaria. Il governo, insomma, deve agire con maggiore fretta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.