IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano Garassini: si conclude una stagione speciale per il minibasket foto

La festa di fine anno è stata l'occasione per fare il punto: non mancano i motivi di soddisfazione

Loano. Con la festa del Centro Minibasket dell’Asd Basket Loano E. Garassini, tenutasi sabato 8 giugno, ufficialmente si è concluso un anno speciale, contornato da un forte numero di iscrizioni e con risultati didattici rilevanti.

La festa si è svolta al palasport Garassini con la presenza di tanti bambini del centro che sono stati coinvolti in numerosi giochi e partitelle fra loro, con il supporto degli allenatori, dirigenti e ragazzi dei campionati giovanili superiori.

Da rimarcare la presenza del nuovo presidente della società Francesco Cacace, di fresca nomina, che ha salutato tutti i bambini intervenuti alla festa, e del presidente uscente Marco Vignola che, dopo 12 anni di ininterrotta attività per il basket loanese e del suo prezioso contributo per lo sport cittadino in generale, li ha premiati tutti e salutati per la sua ultima uscita in qualità di presidente.

Preziosa è stata anche la presenza della mascotte Jambaraban, che ha giocato con loro e ha donato personalmente ad ogni bambino un regalo di fine anno. La festa poi si è conclusa con una “merendona” al bar del palazzetto, offerta ai bambini dalla società, grazie alla collaborazione del gestore della Pizzeria del Campione by New Life.

Il minibasket a Loano è stato da sempre un nostro ‘marchio di fabbrica’ sia a livello provinciale che regionale, sia per numero di iscritti, sia per la qualità nell’insegnamento del gioco sotto la supervisione dell’istruttore nazionale di minibasket Emanuele Campisi, per gli addetti ai lavori ‘Bira‘. Tuttavia la crisi nelle iscrizioni degli ultimi anni ci ha notevolmente condizionati nelle cosiddette annate buche e tale problema poi si ripercuote inevitabilmente nelle iscrizioni ai futuri campionati superiori, quando avviene il vero passaggio dal minibasket a basket con il primo campionato Under 13″ spiegano i dirigenti loanesi.

“Purtroppo bisogna tenere conto di alcuni fattori non di poco conto, come la scarsa natalità in relazione alle varie annate dei bambini loanesi; la competizione con sport forti nei numeri come il calcio e con altri sport o, peggio ancora, il poco interesse allo sport in generale, hanno reso difficile portare avanti negli ultimi anni la tradizione loanese del minibasket. Fa indubbiamente riflettere ad esempio, che ancora oggi il ‘non sport’ la fa da padrona, ed è un problema sociale; troppi bambini e bambine non fanno nessuno sport, con conseguenti ripercussioni psicofisiche sul loro essere e sui loro processi di apprendimento: poca attitudine a fare ‘movimento’ dovuta anche alla tecnologia (cellulari dati precocemente e videogames) e forte carenza sugli schemi motori di base, con un’altra incidenza di soggetti obesi o candidati ad esserlo, anche in relazione alla non corretta igiene alimentare”.

Siamo riusciti nonostante tutto, con grande impegno, a confermare ben tre turni di allenamento molto omogenei per età rispettando il programma di apprendimento del gioco del minibasket in relazione alle fasi di crescita dei bambini, questo grazie anche agli istruttori preparati fra i quali la presenza di un istruttore con laurea in Scienze Motorie. Il nostro centro può vantare a fine anno la presenza di ben 54 iscritti da annate che vanno dal 2007 ai più piccoli del 2013. Un grandissimo risultato tenuto conto che a settembre 2018 c’erano solo 31 iscritti confermati dall’anno precedente”.

I risultati sono stati molto soddisfacenti, non certo per il numero di vittorie ottenute nelle sane competizioni provinciali ma per i risultati ottenuti sotto il profilo didattico adottando il giusto metodo nell’insegnare il ‘gioco del minibasket’: capire bene i processi di apprendimento dei bambini, nelle varie fasce d’età, non è cosa semplice e bisogna essere ben preparati per poterlo fare.  L’obiettivo è quello di avere dei bambini che crescano bene, felici e che si divertano, che conoscano i fondamentali del basket giocando, perché quando avverrà il passaggio dal minibasket al basket tale fase avvenga con bambini e bambine sicuri delle proprie abilità e capaci di giocare, senza esasperazioni, nel nostro meraviglioso sport”.

Il centro può contare sull’esperienza di Emanuele Campisi, istruttore nazionale di minibasket, istruttore di minibasket da circa 40 anni, che è stato formatore degli istruttori minibasket per 16 anni e per 12 anni ha seguito il progetto delle squadre del settore nazionale giovanile. Dal proprio centro minibasket sono usciti ad esempio giocatori, in ordine di età, quali Nicolò Benedusi, Giacomo Cacace, Paolo Bussone, Alberto Cacace, Gianluca Cavallaro, Enrico Micalizzi, Gianluca Fea, Mattia Martino, Alessandro Morando, Andrea Segato, Nicolò Bontempi, eccetera”.

“Tutti giocatori che hanno avuto esperienze di finali nazionali, tornei di livello e Nazionale italiana. Fra tutti emerge poi Tommaso Oxilia, che nonostante abbia solo 20 anni ha un curriculum di tutto rispetto, con i vari titoli italiani conseguiti con la Virtus Bologna, nonché con la Nazionale, vicecampione del mondo categoria Under 19 con lui personalmente facente parte anche del quintetto ideale del torneo”.

L’attuale squadra di Serie D, che ha appena finito il campionato, è composta all’80% da un gruppo storico di giocatori di Loano del 1998/1999 uscito dal nostro centro minibasket. Questo dimostra la differenza e la qualità non le si trovano così, non si improvvisano”.

“Quest’anno possiamo essere fieri di aver ottenuto i seguenti risultati nel minibasket:
Aquilotti Junior (2009/2010): una delle squadre più competitive della provincia;
Scoiattoli/Libellule (2010/2011); gruppo nuovo che si è aggiudicato con piacere tutte le partite della prima fase e della seconda fase provinciale;
Pulcini/Paperine (2012/2013): siamo contenti di aver ottenuto un grande risultato facendo giocare i nostri bambini e bambine per il primo anno, imparando insieme a giocare il minibasket divertendosi come è giusto che sia. Tutti hanno mostrato un grande entusiasmo e capacità nelle minipartite svolte con società amiche vicino a Loano e i progressi, a fine anno, sono stati veramente importanti”

“Il prossimo anno il coach Emanuele Campisi ha deciso di prendersi un periodo sabbatico come allenatore del settore giovanile in quanto ha deciso di dedicare le proprie energie e competenze a seguire esclusivamente tutto il settore minibasket per migliorare sia l’organizzazione che l’aspetto tecnico dei vari corsi, per non vanificare gli sforzi e i risultati raggiunti nell’ultimo anno”.

Il prossimo anno dopo tanto tempo avremo quindi l’onore e la possibilità di iscrivere i nostri bambini ai campionati Esordienti, Aquilotti Senior, Aquilotti Junior, Scoiattoli/Libellule e Pulcini/Paperine” conclude la dirigenza dell’Asd Basket Loano E. Garassini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.