IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - Rari Nantes Savona

Informazione Pubblicitaria

Linda Cerruti e Costanza Ferro: “Lo scudetto si avvicina, noi ce l’abbiamo messa tutta”

Le due atlete di punta della società biancorossa non hanno deluso le aspettative ai campionati italiani assoluti estivi

Savona. Lo avevano promesso prima della partenza ed hanno mantenuto la parola. Linda Cerruti e Costanza Ferro si sono riconfermate, ai campionati italiani assoluti estivi svoltisi ad Ostia, campionesse italiane nelle specialità del Solo e del Duo confermando una supremazia assoluta in Italia.

Linda Cerruti e Costanza Ferro

Le abbiamo incontrate al loro rientro, per analizzare come sono andati i campionati che hanno visto ancora una volta, grazie anche al contributo di tutta la squadra, la Carige Rari Nantes Savona confermare il primo posto nella classifica delle società non militari.

Per accompagnare le biancorosse in questo finale di stagione ricordate che l’hashtag è #RNSavona.

Linda, cominciamo da te che ti sei riconfermata campionessa vincendo la medaglia d’oro nel Singolo con un distacco incedibile sulla seconda in classifica. Qual è il segreto?

“In ogni gara cerco di dare il massimo e cerco di mettermi in gioco anche se non è un Mondiale, una Olimpiade o un Europeo. Non do mai per scontata la vittoria. E’ sempre e comunque un’emozione salire sul gradino più alto del podio anche se è un campionato italiano. Quello di Ostia è stato un campionato bello. Mi è piaciuto gareggiare con tutta la squadra e condividere con le mie compagne le emozioni del Singolo. Siamo state molto unite e anche le piccole che erano in squadra si sono integrate molto bene ed è stato bello condividere la gioia del Singolo anche con loro”.

Linda, importantissima nel Singolo è la scelta della musica, tu su cosa hai nuotato?

“Io ho nuotato sulla musica dal titolo My Angel e racconta un po’ l’angelo ed il diavolo che c’è in ognuno di noi. E’ une esercizio che avevo già portato l’anno scorso agli Europei e ai campionati italiani. Quest’anno ho fatto qualche modifica. L’ho inventato con una coreografa russa con cui mi trovo molto bene che viene a lavorare anche qua a Savona con me e si chiama Gana Maximova”.

Costanza, parliamo del Doppio dove vi siete di nuovo riconfermato medaglia d’oro con, anche qui, con un grande distacco dalla seconda coppia classificata.

“Intanto, diciamo che quello che ha detto Linda vale anche per il Doppio. Per la prima volta abbiamo fatto anche 94.000 punti che non era mai successo. Questo doppio lo sentiamo molto nostro. Rappresenta la forza delle donne e le problematiche che le donne devono affrontare tutti i giorni. e che riescono sempre a portare a termine alla fine della giornata. Questo esercizio lo porteremo anche ai Mondiali e noi ci sentiamo già pronte adesso”.

Costanza, anche qui la musica è importantissima. Su che tema avete nuotato?

“Le musiche sono tante e diverse e le abbiamo prese da diversi musicisti. Abbiamo fatto un mix sempre, però, con la donna protagonista”.

Linda, tocchiamo un tasto dolente, l’argento nella Squadra. Siete andate molto bene nelle eliminatorie, ma poi in finale siete sta superate dalle Fiamme Oro ed avete vinto l’argento. Cosa è successo?

“Questo argento nella Squadra ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca perchénelle eliminatorie avevamo nuotato molto bene ed avremmo preso l’oro, ma, purtroppo, l’argento è stato meritato perché in finale abbiamo fatto qualche errore, mentre le Fiamme Oro, che nelle eliminatorie non erano andate molto bene, in finale hanno fatto meglio di noi”.

Linda, forse un distacco di punti un po’ troppo alto?

“Forse sì, però loro comunque se lo sono meritato”.

Costanza, altro amaro in bocca ce lo ha lasciato l’esercizio Libero Combinato?

“Noi il Libero Combinato lo abbiamo nuotato sia nelle eliminatorie che in finale molto bene, quindi, c’è un po’ questo amaro in bocca da parte nostra. E’ un esercizio bello che porteremo anche ai Mondiali. Magari abbiamo delle componenti un po’ più giovani e meno esperte, ma è una squadra che crescerà benissimo”.

Linda, in questo campionato l’obiettivo era fare più punti possibile per riconquistare lo scudetto. Ma dopo questo campionato lo scudetto si avvicina?

“Lo scudetto si avvicina. L’obiettivo era quello di distanziare ulteriormente le altre società e dopo questo campionato diciamo che le abbiamo lasciate ancora un pochino più indietro. Non diciamo niente per scaramanzia, ma ci stiamo avvicinando”.

Costanza, bisogna, però, non mollare perché ci saranno gli altri campionati giovanili in cui bisognerà portare altri punti per questo Scudetto. Facciamo, a tale proposito un appello alle atlete più giovani.

“Certamente, Mi raccomando non mollate e se avete bisogno di qualsiasi consiglio noi ci siamo”.

E le raccomandazioni di Linda?

“Non diamo lo scudetto per scontato. Mi raccomando, noi ce l’abbiamo messa tutta ora mettetecela anche voi. E come ha detto Costi per qualsiasi cosa noi ci siamo se avete bisogno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.