IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Infrastrutture, dalla Regione 383mila euro ai Comuni con meno di mille abitanti per la sicurezza stradale

Per finanziare marciapiedi, attraversamenti pedonali, parcheggi pubblici

Regione. La giunta della Regione Liguria, su proposta dell’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone, ha deliberato lo stanziamento di 383.937,05 euro di fondi regionali per la realizzazione di interventi di sicurezza stradale (marciapiedi, attraversamenti pedonali, parcheggi pubblici) nei Comuni con meno di mille abitanti.

“Un bel segnale, molto atteso, per i Comuni piccolissimi – ha commentato l’assessore Giampedrone – Con questa cifra contiamo di poter finanziare sei o sette progetti in tutta la Regione, dando la precedenza a quelli immediatamente cantierabili e cercando di distribuirli in maniera efficace su tutto il territorio. L’anno scorso avevamo finanziato le opere a favore dei Comuni fra i 1000 e i 10 mila abitanti, quest’anno come avevamo promesso veniamo incontro alle esigenze di quei piccoli borghi dove magari il Sindaco si trova a dover fare da solo un po’ di tutto facendo fronte a risorse sempre più ridotte”.

I Comuni interessati hanno ora 30 giorni di tempo per trasmettere i progetti, finanziabili con un massimo di 50 mila euro di contributo regionale ad intervento: il cofinanziamento potrà coprire fino all’80 per cento del costo previsto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.