IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il primo giorno di Tomatis da sindaco di Albenga: “Emozione fortissima entrare in municipio, pronto a lavorare per la città”

"Stasera verrà ufficializzata la nomina di sindaco e consiglieri, da domani cominceremo a ragionare su quali saranno i ruoli"

Albenga. Ha avuto un sapore decisamente diverso, oggi, l’ingresso di Riccardo Tomatis in municipio ad Albenga. Dopo essere stato per cinque anni il vice sindaco di Giorgio Cangiano, infatti, per la prima volta il medico ingauno ha varcato la soglia del palazzo civico da primo cittadino. Ad accompagnarlo nel suo nuovo ufficio e a passarli simbolicamente il testimone, rappresentato dalla fascia tricolore, c’era il suo predecessore Giorgio Cangiano, a sua volta consigliere comunale della nuova maggioranza di Tomatis.

Albenga Cangiano Tomatis Fascia

Tomatis non nasconde la propria soddisfazione per la vittoria elettorale e specialmente “per come questa è stata raggiunta. E’ una vittoria che devo condividere con tutti quelli che mi hanno aiutato in questi lunghi mesi di campagna elettorale, una vittoria di squadra, una vittoria che coinvolge tutti”.

E parlando di squadra, ora uno dei primi compiti del neo sindaco sarà quello di scegliere i propri collaboratori e di assegnare loro le deleghe e gli incarichi dei quali dovranno occuparsi per i prossimi cinque anni. Oggi la nostra redazione ha provato a giocare d’anticipo con un “toto giunta” che però Tomatis non si sente né di confermare né di smentire: “E’ ancora presto per questo – dice – Stasera verrà ufficializzata la nomina di sindaco e consiglieri, da domani cominceremo a ragionare su quali saranno i ruoli”.

Il primo cittadino, però, scalpita: “Ci sono tutta una serie di provvedimenti e di interventi già previsti e che partiranno: dall’impermeabilizzazione della tribuna dello stadio Riva alla manutenzione straordinaria del ponte rosso, che smetterà di essere rosa e tornerà al suo colore originale e continuerà così ad essere il simbolo della città”.

Tornando a ieri, la vittoria di Tomatis è arrivata quasi sul filo del rasoio, per soli 256 voti. Il medico albenganese, dunque, sarà il sindaco anche di coloro i quali non lo hanno votato e magari proprio non simpatizzano per lui e la sua parte politica: “Sarò il sindaco di quelli che mi hanno votato e di quelli che non mi hanno votato – conferma – In questi mesi di campagna elettorale non ho notato particolari resistenze da parte di chi non mi ha sostenuto. Credo che in parte si sia trattato di un voto politico e quindi non di un voto che ricadeva sulla mia persona. Ma ciò non toglie che d’ora in poi ci si dovrà ricompattare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.